Dopo la riserva di Tuscania,  apre al pubblico anche il centro visite di Monte Casoli a Bomarzo.

La gestione è stata affidata alla cooperativa bomarzese “Sorgente sociale”, che annovera dei giovani del posto tra gli iscritti all’elenco degli accompagnatori escursionistici della Provincia. Giovani che fanno parte del gruppo che nel 2007 ha frequentato un corso apposito organizzato da palazzo Gentili, proprio per guidare i turisti alla scoperta delle riserve naturali di Tuscania e Bomarzo.  

La Cooperativa gestisce a Bomarzo un’azienda agricola e una fattoria didattica, è specializzata in educazione  ambientale con le scuole e nell’organizzazione di visite naturalistiche, e pone la salvaguardia dell’ambiente tra le sue primarie finalità.

L’apertura del centro visite si è resa possibile grazie alla collaborazione sinergica instaurata con il Comune di Bomarzo, che ha messo a disposizione della Provincia, ente gestore della riserva, alcuni locali dell’antico Palazzo Orsini.

 

“Con questa iniziativa – spiega l’assessore competente Tolmino Piazzai - l’ufficio parchi dell’assessorato provinciale all’Ambiente e il Comune di Bomarzo, oltre a fornire un sevizio informativo e divulgativo dell’area protetta, mirano a dare sostegno e impulso all’imprenditoria locale, soprattutto a quella rivolta alla tutela e  valorizzazione delle nostre bellezze naturali”.

 

Il centro visite della riserva naturale di Monte Casoli è situato nel centro storico di Bomarzo, in via Borghese numero 10, e osserverà il seguente orario: fino al 30 settembre, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; dal 1° ottobre al  31 dicembre, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, domenica  dalle 10 alle 13.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...