VITERBO (UnoNotizie.it)
Venerdì 7 agosto si accendono i riflettori sulla 39ma Edizione del Festival Barocco di Viterbo con La Resurrezione di Händel nell’interpretazione della Mozart Sinfonietta diretta da Stefano Sabene. Ad accogliere venerdì 7 agosto il capolavoro di Haendel è il cortile dello splendido Palazzo Farnese di Caprarola in cui sono chiamati in scena anche il soprano Maria Laura Martorana (nelle vesti dell’Angelo), il soprano Paola Alonzi (Maddalena), il contralto Rasek François Bitar (Cleofe), il tenore Franco Todde (San Giovanni) e il basso Massimo Di Stefano (Lucifero).

Il Festival Barocco è ormai divenuto, a pieno titolo, una punta di diamante nel panorama musicale italiano e internazionale, che ogni anno accresce il suo pubblico di appassionati, facendo registrare in ogni serata il tutto esaurito.
“L’anno in corso è ricco di ricorrenze e centenari importanti – afferma Riccardo Marini, direttore artistico del Festival - ma quello che ci stimola in modo particolare è quello di Haendel: da un lato ricorre il 250° della morte, ma dall’altro si ricorda il 300° del suo triennio (1707-1709) di permanenza in Italia e di presenza continuativa a Roma, in particolare. Con questi presupposti abbiamo inteso dare un largo spazio all’evento con la presentazione di alcuni capolavori appartenenti a quella stagione creativa del Sassone: La Resurrezione poi a Tarquinia Emma Kirkby e i London Baroque, in un attesissimo ritorno, presenteranno, tra l’altro, alcune delle Cantate composte durante il soggiorno estivo del 1707 nel Castello Ruspoli di Vignanello ed infine Alan Curtis riprenderà quest’anno il lungo viaggio, intrapreso da anni con il Festival Barocco, nel repertorio operistico haendeliano presentando Agrippina, di cui ricorre il III centenario della prima rappresentazione avvenuta al Teatro di S. Giovanni Grisostomo a Venezia”.

L’ORATORIO LA RESURREZIONE
Giunto a Roma nel 1707, Haendel non trova difficoltà a farsi accettare nonostante il suo credo luterano. Lo aiutano la sua arte, definita subito “eccellente”, quella abilità tutta tedesca di improvvisare all’organo e quella varietà di timbri strumentali che le sue partiture riescono a realizzare. E così, più atteso che mai, Haendel si presenta al difficile appuntamento dell’8 aprile, domenica di Pasqua del 1708 per celebrare il sacrificio di Cristo con un Oratorio dal titolo indicativo “La Resurrezione”, in casa del marchese Ruspoli che aveva raccolto nella sfarzosa dimora patrizia il fior fiore della nobiltà e del clero. Fu un susseguirsi di meraviglie indimenticabili – come annota puntigliosamente il cronista di palazzo – dove ogni piccolo particolare era curato senza limitazione di mezzi e con uno sfarzo che certamente non si inquadrava nella generale austerity. Gruppi intrecciati di torce illuminavano a giorno l’impalcatura lignea innalzata per l’occasione e ricoperta di trine dorate, velluti fiammeggianti, drappeggi gialli, mentre un grande quadro della Resurrezione, dipinto per quella circostanza da Michelangelo Cerruti, troneggiava sul fondale. Le spese dell’orchestra apparsa immensa con i suoi 41 elementi in epoca di piccoli organici barocchi, era diretta magistralmente da Arcangelo Corelli al primo violino.
Il testo letterario di Carlo Sigismondo Capece si adattava perfettamente all’animo ed al  credo di Haendel, non imponendogli nulla di lontano dal suo mondo luterano ma, piuttosto, dando vita ad un libretto senza pretese, addirittura ingenuo in certi atteggiamenti di dolore o di gioia, di paura o di osanna, liberamente tratto da una sintesi evangelica, fondendo, senza problemi, personaggi reali ed allegorici, umani e soprannaturali: Lucifero e l’Angelo, Maddalena, Cleofe, e San Giovanni. L’Oratorio si evolve con una scioltezza impressionante, alternando recitativi secchi ed accompagnati alle Arie nella forma col da “ capo” tipica del melodramma coevo, riccamente ornate, dolci, brillanti, serene, addirittura idilliche.

L’ORCHESTRA MOZART SINFONIETTA
L’Orchestra Mozart Sinfonietta nasce a Roma nell'Aprile 2004 su iniziativa di Stefano Sabene, direttore musicale del complesso, e di Massimo Fargnoli, già direttore artistico dell'Orchestra RAI Alessandro Scarlatti di Napoli e dell'Orchestra Sinfonica RAI di Roma. La prima selezione degli artisti si è avvalsa di una commissione giudicatrice presieduta da Massimo Fargnoli e formata da personalità quali Franco Mannino, Luis Bacalov, Marcello Panni, Bruno Aprea, Georg Monch e Angelo Persichilli. All’audizione hanno partecipato strumentisti già famosi.
L’Orchestra è stata finora diretta, tra gli altri, da Alberto Zedda, Donato Renzetti, Luìs Bacalov, Marcello Panni, Pietro Rizzo, Angelo Pagliuca, Cinzia Pennesi, con la partecipazione di solisti quali Domenico Nordio, Roberto Prosseda, Alessandro Carbonare, Luis Quintero, Carlo Bruno, Chiara Giordano, Raul Jimenez, Laura Cherici, Jolanda Auyanet, Darina Takova, Giampiero Ruggeri, Francesca Sassu, Marina Confalone e molti altri. L’orchestra debutta il 9 maggio 2004, a Roma, con l'esecuzione del Requiem di Mozart in occasione del Festival Internazionale Cori sull’Aventino. Viene successivamente invitata in importanti rassegne quali il Todi Arte Festival, nell’ambito del quale ha eseguito (in varie edizioni) lo “Stabat Mater” di Rossini, con la partecipazione del Coro di Praga, sotto la direzione di Alberto Zedda, “La Cenerentola” di Rossini, con la direzione di Pietro Rizzo e la regia di Simona Marchini, “Le Madri” di Marcello Panni, diretta dall'autore, lo “Stabat” di Boccherini diretto da Cinzia Pennesi e un programma di arie mozartiane diretto da Donato Renzetti. Poi il Festival di Ravello, con un programma di musiche di Luis Bacalov eseguite al pianoforte e dirette dall’autore, così come la prima esecuzione del brano “Don Giovanni & Monsieur Bacchus” al Mozart in Box di Portici.
L’Orchestra Mozart Sinfonietta è stata, inoltre, invitata al Convegno Internazionale di Musicologia di Catanzaro ed ha partecipato al Festival Internazionale della Chitarra di Ischia.

APPUNTAMENTO SABATO 8 AGOSTO
LA FINTA AMANTE DI GIOVANNI PAISIELLO

Sabato 8 agosto, la Rocca dei Papi di Montefiascone, sarà teatro di un inedito di Giovanni Paisiello, La Finta Amante su libretto di Giovambattista Casti, poeta e librettista nativo di Acquapendente e montefiasconese di adozione. La Finta Amante è una nuova produzione del Festival e sarà presentato in prima esecuzione moderna nella revisione di Domenico Carboni. La direzione è affidata a Erasmo Gaudiomonte alla guida dell’Orchestra del Festival Barocco. Il baritono Maurizio Leoni vestirà i panni di Don Girone, il soprano Margherita Pace quelli di Camilletta, il tenore Luigi Petroni sarà Gelino. Allestimento registico e scenico di Maurizio Soria e Isabella Chiarappa. Prevendita presso Underground in Via della Palazzina 1 Viterbo – Tel. 0761.342987.
Info e prenotazioni: Informazioni Turistiche – Via Ascenzi, Viterbo – Tel. 0761.325992.
Tutte le informazioni sul Festival Barocco sono inoltre disponibili sul sito internet istituzionale della Provincia di Viterbo al seguente link:
http://www.provincia.vt.it/barocco

- Uno Notizie Viterbo -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Spettacolo

Viterbo Sotterranea, “Speciale EMusic”, viaggio internazionale tra arte e scienza

"Viterbo Sotterranea" dove è stato realizzato il 1° cd registrato, al mondo, da un gruppo di...

VITERBO, CINEMA LUX / chiude in bellezza il Festival Sociale

Ultime news Viterbo - UnoNotizie.it - Al Cinema Lux di Viterbo in Viale Trento nel mese di novembre...

CARBOGNANO, TEATRO BIANCONI / grande successo per "La matematica dell'amore" con Michele La Ginestra e Edy Angelillo

Non volava una mosca, domenica Pm,  17 Novembre, a Carbognano,  al Teatro Bianconi, alla...

FONDAZIONE MUSICA PER ROMA / oltre 100.000 spettatori all’Auditorium Parco della Musica e Casa del Jazz

Dopo il primo anno di gestione della Casa del jazz da parte della Fondazione Musica per Roma, la...

SOVANA IN ARTE / al via l’undicesima stagione della rassegna “Sovana in Arte” a Palazzo Bourbon del Monte

Ultime news - Unonotizie.it - Nella magnifica “Città di Sovana”, splendido borgo medievale che...

SANREMO 2019 / gli ascolti e la classifica parziale della terza serata del Festival di Sanremo 2019

Ultime news - Unonotizie.it - Sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share, gli spettatori...

FESTIVAL SANREMO 2019 / la classifica parziale della seconda serata di Sanremo 2019

Ultime news - UnoNotizie.it - Quali sono stati i pareri espressi questa sera dalla Giuria della...

SANREMO 2019, PRIMA SERATA/ il Festival di Sanremo 2019 parte con il 49.5% di share, ascolti in calo

Ultime news - unoNotizie.it - La prima serata del Festival di Sanremo 2019, il secondo targato...