ZERMATT - SVIZZERA (UnoNotizie.it)

MONTE ROSA - Quaranta attivisti di Greenpeace hanno posizionato oggi il più grande “messaggio” di tutti i tempi sul ghiacciaio di Gorner, sul lato svizzero del Monte Rosa: un banner di 5200 metri quadri, con la scritta «OUR CLIMATE – YOUR DECISION!» (“Il nostro clima – La vostra scelta!”). Lo striscione (130 x 40 metri) è indirizzato a tutti i capi di governo, affinché si prendano le proprie responsabilità in materia di protezione del clima del Pianeta. A poco più di cento giorni dalla Conferenza sul clima di Copenhagen, infatti, il momento di prendere decisioni importanti sul proseguimento del Protocollo di Kyoto si avvicina.

Le conoscenze scientifiche più recenti mostrano che il riscaldamento globale è ben più rapido e drammatico di quanto previsto. In quanto paesi alpini, l’Italia e la Svizzera sono toccati in modo particolare dal fenomeno, con gran parte dei ghiacciai in ritirata. Le conseguenze sul clima – come indicato dagli scienziati membri dell’Ipcc (il panel dell’Onu che studia i cambiamenti climatici) – sono potenzialmente devastanti. Per questo è fondamentale mantenere l’aumento delle temperature terrestri al di sotto di 2 gradi centigradi (finora la crescita è stata di 0.7 gradi). I leader mondiali, in occasione dell’ultimo G8, hanno accettato l’obiettivo 2 gradi, ma non hanno indicato il modo in cui verrà raggiunto. L’azione sul Monte Rosa è un memo in questa direzione, in vista della Conferenza sul clima di Copenhagen, il prossimo dicembre.

I paesi maggiormente responsabili dei cambiamenti climatici – tra i quali l’Italia – devono dare l’esempio. Greenpeace indirizza due richieste principali al governo italiano e alle altre nazioni industrializzate:
- ridurre le proprie emissioni di CO2 del 40 per cento (rispetto al livello del 1990) da qui al 2020, e portarle il più vicino possibile a zero entro il 2050;
- fornire risorse finanziarie ai Paesi in via di sviluppo pari ad almeno 110 miliardi di euro all’anno fino al 2020 per lo sviluppo delle rinnovabili, per fermare la distruzione delle ultime foreste tropicali, e per adattarsi agli inevitabili impatti del cambiamento climatico.

Senza precisi impegni in questo senso, l’obiettivo di mantenere l'aumento della temperatura media al di sotto dei 2 gradi sarà come scritto nella sabbia, e quindi impossibile da raggiungere.

Oltre al banner-record, Greenpeace ha installato sul ghiacciaio di Gorner un campo di protezione del clima, con lo scopo di mostrare la pericolosità dei cambiamenti climatici e la necessità di un’azione urgente. Nello stesso momento, l’Arctic Sunrise – una delle navi della flotta di Greenpeace – sta documentando la rapidità della perdita delle masse glaciali dell’Artico: dati scientifici, foto e video dimostrano la gravità e l’urgenza della situazione collegata direttamente all’innalzamento della temperatura media globale.

“Ghiacciai alpini, orsi polari, foche, iceberg”, commenta Francesco Tedesco, responsabile della Campagna Energia e Clima di Greenpeace, “sono tutti segnali della gravità del problema. Il momento di invertire rotta e limitare i danni per l’economia mondiale e per milioni di persone è adesso. O mai più”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...