PALO DEL COLLE - BARI (UnoNotizie.it)

I cittadini danno lezione di partecipazione alle istituzioni E’ una vittoria dei cittadini e dei Comitati di Palo del Colle, Bitetto e Modugno quella sancita dall’Ufficio Regionale del Servizio Ecologia il 1 settembre 2009.
“A seguito delle numerose osservazioni pervenute” in merito alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale relativa all’impianto di trattamento e smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi, il responsabile regionale del settore, ing. Antonicelli, ha dichiarato che la ditta proponente, la Lombardi Ecologia, deve “necessariamente provvedere ad effettuare nuove pubblicazioni” che dovranno avvenire questa volta “su quotidiani letti dalla cittadinanza nel territorio interessato e riportanti una sommaria descrizione del progetto con l’indicazione dei termini e luoghi di deposito” della documentazione.

Rammentiamo in breve le vicissitudini della pubblicazioni degli atti. Essi vennero depositati nella primavera del 2007, oltre che presso la Regione e la Provincia, presso il solo Comune di Palo del Colle, nonostante l’impianto sia previsto nella cd. cava Di Maso, al confluente territoriale di Palo del Colle, Bitetto, Modugno e Bitonto. Qualcuno ebbe modo di conoscere la notizia? Solo pochissimi e da loro non trapelò certo nulla! Nessuna notizia dell’avvenuto deposito fu affissa agli Albi Pretori dei Comuni – con buona pace della legge sulla partecipazione dei cittadini al procedimento amministrativo – e la pubblicità legale, peraltro avvenuta su quotidiani non sufficientemente diffusi, non avvenne secondo i crismi previsti dalle norme.
Le intenzioni della Lombardi Ecologia, sepolte per due anni sotto una cappa di opacità e silenzio, sono venute a galla solo nell’aprile 2009, quando i Comuni di Palo del Colle e Bitetto sono stati chiamati alla Conferenza dei Servizi indetta dalla Regione per decidere sul da farsi.
 
Il risultato è stata una lunga serie di vibrate proteste dei cittadini che, unitisi intorno ai comitati cittadini di Palo del Colle, Bitetto e Modugno, hanno fatto arrivare la loro voce alle istituzioni (la petizione popolare ha raccolto 3000 firme) e convinto i Consigli Comunali di Palo del Colle e di Bitetto a dire un irrevocabile “no” ad una discarica che da un lato comprometterebbe l’economia attuale e le prospettive di vero sviluppo dei nostri paesi, dall’altro regalerebbe a questi centri le scorie dello sviluppo altrui, appunto i rifiuti speciali non pericolosi.
Il 23 giugno 2009 i tre Comitati hanno affidato all’avv. Attilio Converso di Modugno, già impegnato con successo in battaglie di partecipazione, legalità e ambientalismo, un esposto alla regione, alla Procura della Repubblica ed alla Commissione Europea, contestando le irregolarità delle procedure eseguite nell’ambito dell’informazione e della partecipazione di tutti i soggetti interessati.

Ad Agosto 2009 la Commissione Europea ha comunicato all’avv. Converso i nomi del gruppo di lavoro cui è stato affidato l’esposto.
La Regione è stata anche raggiunta dalle lagnanze di altri gruppi – tra questi l’Archeoclub di Palo del Colle – e di privati cittadini.
E’ stata pertanto una vittoria della società civile – noi cittadini tutti - quella segnata dalla lettera con cui l’ing. Antonicelli chiede alla Lombardi Ecologia di depositare gli atti anche presso il Comune di Modugno –fin qui sonnacchioso - e Bitonto, in quanto anche loro “potrebbero essere interessati dagli impatti ambientali dell’intervento proposto”.
Che succederà ora? Dopo che la Lombardi Ecologia avrà depositato gli atti così come richiesto, e provveduto alla diffusione della notizia nei termini previsti dalla legge, scatteranno 30 giorni entro i quali tutti – cittadini e istituzioni – potranno produrre le loro osservazioni.
Insomma, dopo la lezione di partecipazione che i cittadini hanno dato alle istituzioni – si sarebbero mai mosse da sole? - l’orologio è stato rimesso indietro di 2 anni e la partecipazione del cittadino torna finalmente in carreggiata!

COMITATI CITTADINI NO ALLA DISCARICA PALO DEL COLLE
“NO ALLA DISCARICA” BITETTO
COMITATO PRO AMBIENTE MODUGNO


- Uno Notizie Bari -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...