Il Presidente di Confartigianato di Viterbo, Stefano Signori, davanti ai risultati del sondaggio di Unioncamere è ottimista: “Visto il momento congiunturale, anche i piccoli segni positivi devono essere evidenziati” e aggiunge “L’originalità e la qualità, sono carte vincenti per le PMI”.

L’artigianato infatti supera la grande impresa. Nonostante l’inflazione al 4,1%, l’impennata dei prezzi dell’energia e delle materie prime, la politica del “saper fare” vince ancora.

Secondo il sondaggio realizzato da Unioncamere, a meritarsi un ruolo da protagonista è il mondo degli artigiani, che regala al paese un tasso di crescita dello 0,68% a fronte dello 0,61% del totale delle imprese. Il risultato mette in risalto la forza di un settore che spesso viene sottovalutato dalle politiche economiche e lasciato solo davanti all’avanzata della globalizzazione.

Stiamo parlando di un esercito di 1.490.104 imprese artigiane che esprime un valore aggiunto di 151,1 miliardi  di euro, pari all’11,5% del valore aggiunto dell’economia nazionale, producendo un fatturato export di 43,1 miliardi di euro.

Con quasi 8mila imprese in più registrate negli ultimi tre mesi, il comparto edile si conferma il settore più forte e determina  l’80% del saldo trimestrale del mondo artigianato. In forte ascesa anche il mondo dell’impiantistica, dei servizi alle imprese, servizi pubblici e alla persona. Inoltre, una delle novità della nuova era artigiana, è rappresentata dal settore del benessere, legato alla cura della persona, anche se non si perde il contatto con le origini, grazie alla filiera dell’agroalimentare che registra una crescita dell’1,96% con 362 nuove imprese aperte negli ultimi tre mesi.

Secondo gli studi di Confartigianato, comuni a tutto il settore e colpisce maggiormente i giovani imprenditori, le difficoltà di accesso al credito e, in generale, la diffidenza del sistema creditizio: i finanziamenti bancari alle imprese non superano i 58,3 miliardi di euro, di sui solo 31,2 miliardi sono a medio-lungo termine.

Un lavoro autonomo, quello dell’artigiano, che richiede un sostegno spesso non riconosciuto, su cui gravano difficoltà fiscali e burocratiche. Solo il 25 luglio scorso la Commissione europea ha presentato lo “Small Business Act”, un insieme di iniziative, in linea con la strategia di Lisbona, volto a rilanciare e tutelare i piccoli imprenditori. Think small first” (“Pensare piccolo, innanzitutto”), in modo che ogni nuova iniziativa legislativa riguardante le imprese sia costruita ‘a misura’ di piccole imprese”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...