L’iniziativa “Pomeriggio convenienza”, intesa tra il ministero dello Sviluppo e le associazioni di categoria del settore balneare (Fiba Confesercenti, Sib Confcommercio, Assobalneari Italia di Confindustria e Oasi Confartitiganato) per ridurre del 50%, nella fascia pomeridiana, i costi per l’accesso e l’utilizzo di lettini e sdraio negli stabilimenti convenzionati, nella Tuscia ha trovato gli operatori già pronti. Sì, perché la stragrande maggioranza dei titolari di stabilimenti balneari di Montalto di Castro e Tarquinia, interpellati direttamente dalla Confesercenti di Viterbo, ha risposto praticamente allo stesso modo: “Sono anni che, nel pomeriggio, riduciamo i prezzi per l’affitto di ombrellone, lettino e sdraio”. Questo malgrado l’aumento vertiginoso dei costi di concessione demaniale che, in alcuni casi, hanno toccato rincari fino al 600%.

Tra gli operatori del settore balneare c’è malumore per i costi eccessivi di gestione delle strutture, che oltre alla concessione demaniale riguardano fenomeni collaterali come l’erosione delle coste e la sistemazione delle spiagge: spesso sono gli stessi imprenditori balneari a dovere sostenere queste ulteriori spese.

La promozione “Pomeriggio convenienza” è stata ufficializzata solo a stagione avviata ed era facoltativa per gli operatori. Il fatto di partire solo ad agosto ha certamente diminuito gli effetti sull’afflusso di clientela negli stabilimenti convenzionati ma, nel complesso, sul litorale viterbese l’iniziativa, che ha visto la convergenza di ministero e rappresentanze dei balneari, è stata giudicata positivamente. Ai titolari di strutture balneari va il merito di avere lasciato spesso invariati i costi, malgrado il vertiginoso aumento dei canoni di concessione demaniale. Se qualche aumento c’è stato è derivato dalla necessità di coprire tali surplus di spese, a cominciare dalla gestione del personale

“Chiediamo – hanno ribadito la gran parte dei titolari di strutture balneari di Montalto a Tarquinia, contattati dalla Confesercenti di Viterbo – che l’anno prossimo iniziative positive come ‘Pomeriggio convenienza’ vengano decise e pubblicizzate con netto anticipo sull’inizio della stagione turistica. E’ interesse nostro, della clientela e del turismo in generale, inoltre, che vengano rivisti i costi di concessione demaniale, che ci colpiscono in modo indiscriminato”.

In attesa della prossima estate, quindi, non è escluso che saranno studiate altre idee per garantire alla clientela maggiori possibilità di risparmio al mare e, a livello legislativo, nuove misure per venire incontro alle legittime richieste di chi gestisce gli stabilimenti.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...