Emilia Romagna, Parma: secondo le ultime notizie crescono di giorno in giorno i cittadini che si mobilitano dando alternative all'inceneritore dei rifiuti previsto a Parma. In programma varie iniziative -
Recentemente è successa una cosa bellissima nella nostra città di Parma.
Le strade del centro si sono animate di canti, suoni e bandiere… oltre un migliaio di persone di ogni età ha manifestato e reso visibile agli occhi di tutti un'ormai diffusa contrarietà alla decisione dei nostri amministratori di costruire un nuovo inceneritore di rifiuti a Parma.

I cittadini hanno voluto gridare che un’alternativa non solo esiste, ma costa molto meno, non inquina e soprattutto non costituisce un pericoloso rischio per la loro salute!
L'alternativa proposta non è una illusione, né una speranza o un miraggio, ma un modello praticabile e già testato efficacemente, non solo in Italia ma anche all'estero.
Un sistema che può portare a riciclare il 95% dei rifiuti.
Chi ha il potere di decidere e si mostra così sicuro che l'inceneritore sia invece una soluzione davvero intelligente, in 4 anni si è sempre sottratto al confronto pubblico per spiegare ai cittadini la sua verità.

Quanto ancora i nostri politici si mostreranno indifferenti verso l'ambiente e la salute, mentre Europa e Stati Uniti perseguono una linea ben più attenta a questi temi?
Il Coordinamento Gestione Corretta Rifiuti di Parma e Provincia intende proseguire nell'opera di informazione e di confronto aperto con tutti e per tutti.
Il 12 dicembre prossimo a Parma verrà organizzata una grande FIACCOLATA, con partenza alle 16,30 da piazzale S. Croce, che si dirigerà in piazza Garibaldi.

Lunedì 14 dicembre, alle ore 21, al teatro Due di Parma si svolgerà un incontro aperto al pubblico, per approfondire la conoscenza sulla gestione corretta dei rifiuti.
Ospite d'onore sarà il grande Paul Connett, professore di Chimica, docente alla New York University, candidato al Nobel per la Chimica nel 2008, che arriverà appositamente dagli Stati Uniti per sostenere la nostra causa.
In attesa di questi eventi, vogliamo già dare la possibilità ai cittadini di Parma di unirsi a noi per esprimere la loro posizione.
E' una protesta civile che si attuerà appendendo alle proprie finestre o ai propri balconi le bandiere che riportano la scritta “ NO INCENERITORE ”.
Sarà la migliore prova di cosa sente la città di Parma nei confronti dell'infausto progetto.

Chi fosse interessato ad aderire può contattarci via email al nostro indirizzo di posta elettronica:
gestionecorrettarifiuti@gmail.com
Per informazioni e per ritirare le bandiere, il Coordinamento sarà presente con un banchetto sotto i portici di via Mazzini sabato 28 novembre, dalle ore 10 alle ore 13, e il pomeriggio dalle ore 15 alle 19.
Saranno inoltre punti fissi di distribuzione delle bandiere la Farmacia SS. Annunziata in via Gramsci 1 e il Savoy Hotel in via XX Settembre 3.

Info anche su www.gestionecorrettarifiuti.it

Coordinamento Gestione Corretta Rifiuti di Parma e Provincia 


- Uno Notizie Emilia Romagna - Parma -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Un libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...