E’ un viaggiare un po’ diverso attraversare la Toscana nel profondo autunno di novembre. Ed è una Toscana diversa quella che abbiamo scelto per un mini tour di due giorni dedicato a poche scarpinate (per una volta) e tante piacevoli tappe gourmet.

La zona è la provincia di Grosseto, ma anche in questo caso è caduta sull’altra provincia, non quella che si affaccia sul mare con l’Argentario e le sue isole di Giannutri, Montecristo e il Giglio. Il nostro percorso l’abbiamo voluto tra le morbide colline dell’area interna, le montagne delle Colline Metallifere e il cono vulcanico del Monte Amiata. Destinazione Podere Santa Maria in località Dogana a Civitella Paganico, circa 30 chilometri da Grosseto.

Scegliamo di arrivare da Roma passando da Viterbo e la vecchia via provinciale che collega Siena a Grosseto inerpicandoci per Piancastagnaio e toccandovia via Santa Fiora e Arcidosso. Strada un po’ tortuosa, salite e tornanti, ma un paesaggio, sebbene ormai quasi invernale di notevole effetto. Si arriva di sera a Dogana, un piccolissimo villaggio immerso nella campagna e l’accoglienza ci appare subito calorosa e profumatissima. Infatti di lì a poco incomincia la nostra esperienza golosa. Un menù ricco ricco di tante bontà: Salumi, formaggi, pizze fragranti, verdure di stagione tanto per iniziare con degustazione di olio extravergine di oliva, anche novello siamo fortunati. Si continua poi con i ravioli alla maremmana al ragù e arrosto di arista all’aceto balsamico, per poi chiudere con torta e dolci secchi della casa. Delizie davvero, spiegate dai padroni di casa con tanta passione e…complimenti al cuoco.

Alla mattina, sorpresa… una colazione abbondante di crostate, torte, confetture, ma anche tante bontà salate, proprio come ci piace, con genuini salumi, prosciutto e formaggi.
Si parte per Montalcino senza fretta, e rimaniamo a gironzolare per buona parte della mattinata tra una stradina e l’altra e un numero impressionante di enoteche, wine-bar e botteghe di prodotti tipici. La scelta tra gli acquisti è illimitata per la varietà di prodotti e prezzi.

Ma un appuntamento appare subito irrinunciabile passando per la strada che riporta da Montalcino a Dogana, oltrepassando sterminate estensioni di vigneti: il Castello Banfi, culla della denominazione storica del Brunello, ci aspetta e davvero lo stupore non si può trattenere.
L’immensa tenuta, il castello, le cantine e il Museo del Vetro e della Bottiglia, la storica balsameria, tutto concorre a rendere la visita una tappa indimenticabile, anche per chi non si intende così approfonditamente di vino. Noi torniamo al Podere Santa Maria per il pranzo, ma per chi volesse rimanere per una sosta golosa chic vi consigliamo la Taverna Banfi, che offre un’ampia serie di degustazioni.

Ci prendiamo un pomeriggio libero e pigro, rimanendo al podere nel piccolo e delizioso centro benessere. Avvolti in un invitante tepore, la scelta cade sulla piscina interna in pietra ricavata da un antico pozzo. Idromassaggio, sauna, massaggi con oli essenziali e erbe officinali e pure un erborista a disposizione per dare agli ospiti tanti consigli per depurare l’organismo.

Chiudiamo la serata in bellezza nonostante la pioggia battente, domani si torna a casa, con una cena che più autunnale non si può, e tra mille sapori maremmani, rimane impressa un splendida polenta accompagnata da carne brasata e funghi porcini. E poi c’è tanta musica, si balla e si fanno gli acquisti di tanti prodotti della casa.

Partenza la mattina, con il proposito di tornare e soprattutto raccontare un’esperienza sensoriale da regalarsi in ogni momento dell’anno.

vai alla foto galery



INFORMAZIONI SUL TOUR


Casale Santa Maria
Loc. Dogana – 58084 – Civitella Paganico (Grosseto) - Tel. 0564.906082/ 335.52710 Sito Internet: www.poderesantamaria.net, email: poderesantamaria@email.it
Un antico casale composto da 7 camere, di cui due con camino. Arredamento rustico elegante, aria condizionata, riscaldamento indipendente, tv satellitare e frigo. Nella sala ristorante, ricavata dall’antica stalla si degustano eccellenti piatti della tradizione maremmana. Terrazza solarium, piscina esterna con idromassaggio, piscina esterna e piccolo ma attrezzato centro benessere. Possibilità di noleggio mountain bike, maneggio.



Cosa acquistare: i prodotti del podere, vini e ceramiche a Montalcino, vino, aceto balsamico, grappe, spumanti e olio extravergine di oliva da Banfi - Castello di Poggio alle Mura – Montalcino (SI) – www.castellobanfi.it – banfi@banfi.it

Dintorni

Pienza
Monteriggioni
Chiusdino – Abbazia di San Galgano
Parco naturale della Maremma
Parco Faunistico dell’Amiata
Terme di Petriolo

Come arrivare

Da Grosseto prendere la S.S. n. 223 Grosseto Siena, uscita Paganico

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Benvenuti al Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

CIVITA DI BAGNOREGIO BELLEZZA MONDIALE

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...