L'esperienza di tre stagioni invernali alla base di un progetto che coinvolge la Provincia, la Fondazione per il Libro ed i Comuni di Bardonecchia, Cesana Torinese, Claviere, Oulx, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d'Oulx e Sestriere



In occasione del weekend dell’Immacolata, nelle montagne olimpiche si apre ufficialmente la stagione sciistica. E all’ex Casa Cantoniera di Sestriere, di proprietà della Provincia di Torino, riapre i battenti “Casa Olimpia”, lo spazio per incontri culturali e spettacoli promosso dalla Provincia e curato dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, giunto al suo quarto anno di programmazione. La continuità dell’iniziativa dimostra la validità della scelta che, nel 2005, alla vigilia delle Olimpiadi portò la Provincia a concepire una nuova e prestigiosa veste alla Casa Cantoniera di Sestriere. L’intento era quello di recuperare e valorizzare un edificio ormai storico, edificato nel 1864, quando il Governo del neonato Regno d'Italia decise che la strada del Colle doveva essere tenuta in ordine tutto l’anno e che i viaggiatori che si inerpicavano fino a 2.000 metri dovevano poter contare su un punto di rifugio e soccorso. Ristrutturata a tempo di record, la “Cantoniera” diventò il “punto-immagine” della Provincia in occasione delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi, ospitando incontri culturali e sportivi, convegni e persino (durante le Paralimpiadi) gli studi radio-televisivi di Sport Italia e di Radio Italia. “Spenti i riflettori internazionali del Circo Bianco olimpico e paralimpico, non potevamo certo abbandonare la Cantoniera ad un nuovo declino. – ricorda il Presidente della Provincia, Antonio Saitta – Sin dalla prima stagione invernale post-olimpica, grazie alla partnership con la Fondazione per il Libro, siamo stati in grado di offrire alle nostre vallate uno spazio prestigioso ed un palcoscenico per la letteratura, la musica, gli sport invernali, l’alpinismo: uno spazio in cui la cultura non è proposta ed imposta dai soggetti e dalle istituzioni della metropoli torinese. Le vere protagoniste del cartellone di Casa Olimpia sono quelle che oggi tutti chiamano le ‘Terre Alte’: le nostre montagne, con le loro tradizioni, i loro saperi,  le loro lingue e con i protagonisti della vita, del lavoro e dello sport in quota”.  



IL PARCO CULTURALE DELLE MONTAGNE OLIMPICHE


La grande novità dell’inverno 2009-2010 è il fatto che l’esperienza delle tre stagioni post-olimpiche sta portando alla nascita di un vero e proprio “Parco Culturale delle Montagne Olimpiche”, che, con il coordinamento della Provincia, coinvolgerà i Comuni di Bardonecchia, Cesana Torinese, Claviere, Oulx, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx e Sestriere in un progetto di promozione, valorizzazione e tutela dei beni e delle attività culturali e di organizzazione di attività ed eventi culturali. Il Presidente Saitta e l’Assessore Provinciale alla Cultura e al Turismo, Ugo Perone, sottolineano che “l’esperienza di tre anni di Casa Olimpia a Sestriere (ma anche le iniziative già realizzate negli ultimi due inverni a Bardonecchia e a Pragelato) ci ha convinti della possibilità e della necessità di rendere sistematica la promozione culturale delle specificità del territorio, delle tradizioni culturali e antropologiche, della pluralità dei linguaggi, delle attività espressive ed artistiche, del patrimonio di cultura materiale ed immateriale espresso dalle vallate olimpiche”. Ecco quindi che il programma delle iniziative 2009-2010 di Casa Olimpia integra e coordina in un calendario condiviso gli eventi e le attività culturali organizzati nei diversi Comuni, diversificando l’offerta nei generi e nei temi. Fatta salva l’autonomia di programmazione dei singoli Comuni che aderiranno ad un protocollo d’intesa, il coordinamento dell’offerta culturale nel territorio del Parco Culturale consentirà di evitare doppioni e di realizzare economie di scala, valorizzando le potenzialità di un’area che raccoglie più della metà delle presenze turistiche nella provincia di Torino. Oltre a ideare e gestire cartelloni e rassegne su scala sovra-comunale, il Parco potrà in futuro aprire la propria programmazione a proposte provenienti da altri Comuni o Comunità Montane.



Programma, informazioni ed eventuali variazioni:
www.casa-olimpia.it, info@casa-olimpia.it e su www.provincia.torino.it






 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Benvenuti al Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

CIVITA DI BAGNOREGIO BELLEZZA MONDIALE

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...