Dopo una nottata di intensa pioggia  - passata dai volontari di Greenpeace in tenda al fianco della statua di ghiaccio di Berlusconi, ai Fori Imperiali a Roma -  la scultura raffigurante il Presidente del Consiglio è collassata alle prime luci dell’alba, frantumandosi in mille schegge di ghiaccio. Il presidio di Greenpeace ha dunque termine. Nessuna risposta alle domande rivolte da Greenpeace alla Presidenza del Consiglio è mai arrivata.

“Evidentemente” ironizza Francesco tedesco, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace “la statua di Berlusconi non ha tenuto il confronto con gli imperatori romani, vicino ai quali è stata posizionata. È questa la differenza tra un vero leader e chi non è capace di incidere con le proprie politiche: i primi restano, i secondi passano”. Un vero leader, infatti, fa la storia, si prende il carico di una seria riforma della politica energetica e a Copenhagen non va per farsi fotografare ma per appoggiare l’unica politica che ci salverà: quella di un taglio di emissioni di gas serra del 40% per i Paesi industrializzati e finanziamenti per i Paesi in via di sviluppo adeguati alla sfida rappresentata dai cambiamenti climatici.

Gli attivisti di Greenpeace avevano posizionato la statua in via dei Fori Imperiali a Roma, la polizia era intervenuta a denunciarli e a sequestrarne gli striscioni che dicevano “Berlusconi, don’t be stupid, save the climate!” ed “Energy [R]evolution now”, nonostante ciò i volontari di Greenpeace hanno continuato con nuovi cartelli e hanno passato la notte accanto alla statua attendendo che si sciogliesse.

Oltre ai media italiani, la notizia della statua di ghiaccio di Berlusconi ha interessato quelli stranieri:  in particolare diverse tv statunitensi come NBC e Headline News hanno ripreso le immagini della statua che si scioglieva.

- Uno Notizie Roma - Lazio -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...