L’impianto di Acquacandida, firmato 9REN e ubicato nel comune di Fragagnano, in provincia di Taranto, ha iniziato da pochi giorni la sua attività produttiva. Nella nuova centrale fotovoltaica del comune tarantino sono installati 3.564 moduli in silicio policristallino, ciascuno della potenza di 270W, montati su strutture di tipo fisso in acciaio zincato a caldo e alluminio, progettate dal dipartimento di Ingegneria e Innovazione del Gruppo 9REN. Continuando con i dettagli tecnici,
l’impianto si compone di 3 inverter ad elevata efficienza di conversione.

L’energia elettrica generata ogni anno dal sole di Fragagnano sull’impianto di Acquacandida sarà equivalente al fabbisogno energetico di circa 700 famiglie ed eviterà ogni anno oltre 950 tonnellate di emissioni di CO2.
L’impianto è stato finanziato in leasing e Global Arranger dell’operazione è Fidimprese, società di mediazione creditizia specializzata in finanziamenti per il settore fotovoltaico, che ha coordinato l’erogazione di un project leasing da parte di Leasint. Più in dettaglio, si tratta di un contratto di leasing immobiliare della gamma “Leasenergy”, dedicata al
finanziamento degli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, con una durata di 18 anni a partire dalla connessione alla rete nazionale.

L’impianto di Acquacandida, che fa parte della pipeline 9REN che somma 300 MW di impianti in sviluppo solo in Italia, si aggiunge ai 4 impianti già realizzati da 9REN nella sola provincia di Taranto che sommano 4MW di fotovoltaico, di cui 2,7 MW già in esercizio e 100 kW di minieolico.
Tre dei cinque impianti 9REN nella provincia di Taranto sono stati realizzati nel comune di Lizzano. Si tratta di due parchi fotovoltaici rispettivamente da 1MW e da 700 kW su terreno, con strutture fisse, ai quali è stato integrato un impianto minieolico costituito da 4 aereogeneratori da 25 kW ciascuno. Il quarto impianto è ubicato nel Comune di Maruggio, sempre in provincia di Taranto, di capacità 1MW con struttura fissa e moduli in policristallino.

9REN è un Gruppo italo-spagnolo costituito nell’aprile del 2008. Le attività del Gruppo si concentrano principalmente nello sviluppo, progettazione e realizzazione di impianti di energia rinnovabile; attività di esercizio, manutenzione e miglioramento delle prestazioni di impianti di terzi monitorati dal centro di controllo 9REN di Madrid; crescita
dell’asset di Gruppo attraverso investimenti nella realizzazione di impianti propri.

Le referenze del Gruppo includono 100 MW di impianti fotovoltaici, gran parte realizzati chiavi in mano in Spagna, 175 impianti solari termici e 170.000 m2 di collettori solari fabbricati. Attualmente 9REN gestisce 98MW di impianti di cui 80MW per conto terzi e diversi impianti solari termici. Il Gruppo possiede 21MW di centrali fotovoltaiche in
Spagna e in Italia, in grado di produrre ogni anno 24GWh di energia elettrica e 6 installazioni nel solare termico asservite ad altrettante aziende a cui viene fornita acqua calda e climatizzazione.

9REN impiega 120 professionisti, con esperienza cumulata di oltre 600 anni/uomo nel settore delle rinnovabili ed è presente in Europa con 6 uffici commerciali e di progettazione in Spagna e 4 uffici in Italia situati a Roma, Milano, Bari e Taranto.
A distanza di poco più di un anno e mezzo dalla sua costituzione il Gruppo 9REN ha già realizzato in Puglia 10 impianti fotovoltaici per un totale di 10MW a cui si aggiunge la realizzazione di un impianto minieolico da 100kW. Gli impianti sono ubicati nelle province di Taranto, Brindisi, Bari e Lecce.

- Uno Notizie Puglia - Taranto -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...