Ma da allora di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, le stelle sono diventate sempre più vicine e al posto della fantasia i voli sono stati fatti con vere e proprie astronavi.

Così come è cambiato anche il mondo degli astronauti. E dalla cerchia ristretta dei professionisti superqualificati, provenienti principalmente dall'aviazione militare, siamo via via arrivati a uomini e donne “comuni” che hanno potuto e potranno in numero sempre maggiore vivere la fantastica esperienza di un viaggio sopra il mondo.

La svolta è arrivata comunque nel 2001, con un'agenzia privata, la MirCorp, che aveva in gestione la stazione orbitante MIR. Proprio per coprire i costi di quest’ultima, pensò di mettere in vendita un posto su un volo ad un privato pagante. E l’occasione fu colta al volo dall'uomo d'affari statunitense, Dennis Tito, ex scienziato al JPL, che acquisto il suo biglietto per le stelle alla modica cifra di 20 milioni di dollari.

Durante l'addestramento di Tito però, arrivò la decisione di smantellare la Mir a causa dell'età. Tito quindi decise di spostare il viaggio dalla Mir alla International Space Station. Il nuovo viaggio, organizzato dalla statunitense Space Adventures Ltd. fece di Tito il primo turista spaziale privato pagante. Partì il 28 aprile 2001 e rimase sulla ISS per sette giorni. 


Da allora i turisti spaziali sono stati in tutto sette, ma il settore turismo spaziale è in continuo fermento. Space Adventures, la Virgin Galactic, Starchaser, Blue Origin, Armadillo Aerospace, XCOR Aerospace, Rocketplane Limited, il progetto europeo Project Enterprise, sono sempre di più le compagnie che guardano con interesse sempre maggiore a questo mercato.

E il tipo di offerta? Fondamentalmente la più comune prevede voli suborbitali con altezze massime che variano dai 100 ai 160 chilometri di altezza, permettendo di rimanere da tre a sei minuti in condizione di assenza di peso, di osservare il panorama stellare e l'orizzonte curvo della terra. Il costo? Circa 200.000 dollari a passeggero.

Tra le compagnie europee più interessanti nel panorama turistico spaziale, esiste la recente Galactic Suite Limited (2007) fondata a Barcellona, Spagna. Attualmente impegnata nella progettazione, sviluppo e promozione, l’azienda si vuole proporre come la prima catena di hotel spaziali accessibili al pubblico, costruiti con modulari orbitanti bioinspired.

Ma in attesa che i viaggi tra le stelle possano essere una realtà aperta a molti e anche più accessibile, è possibile iniziare a prendere contatto con lo spazio, spendendo cifre che vanno dai 1.000 ai 3.000 dollari, scegliendo, come suggerito su Wikipedia, tra le visite al cosmodromo di Città delle Stelle e allo spazioporto di Cape Canaveral, con possibilità di osservare dei lanci, le visite a planetari e musei, tra cui il museo della Mir, il TsNIIMash Museum, il Museo centrale delle aeronautiche militari di Monino, il Museo Yuri Gagarin e a vari centri di addestramento.

Per saperne di più:

Oltre 26 link di approfondimento su:

http://it.wikipedia.org/wiki/Turismo_spaziale

www.galacticsuite.com

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Benvenuti al Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

CIVITA DI BAGNOREGIO BELLEZZA MONDIALE

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...