Duplice il riconoscimento per il Comune in Provincia di Viterbo. “Per aver operato con sensibilità rispettando l’ambiente e la qualità della vita, in particolare verso la mitigazione climatica, promuovendo il risparmio energetico e la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili” e “per aver raggiunto il valore più alto della Regione Lazio nella raccolta differenziata dei rifiuti”. Qui a Oriolo, diventato quest’anno “Comune riciclone”, infatti, la differenziata ha raggiunto il 73% di rifiuti recuperati nel 2009 (dal 68% precedente). Tutto ciò ha evitato l’abbattimento di oltre 2mila alberi e l’emissione in atmosfera di 300mila chili di CO2.

Il premio internazionale “Un bosco per Kyoto 2010”, promosso da Accademia Kronos con  l’adesione del Presidente della Repubblica, in collaborazione con l’AICS e col Comune di Roma,  ritirato il 12 gennaio scorso in Campidoglio, «è il risultato di un percorso avviato da qualche anno nel paese sulla sostenibilità ambientale», ha commentato il vicesindaco e assessore all’Ambiente, Alfredo Bevilacqua. «Non solo la differenziata o il progetto “Riducimballi”, ma stiamo cercando di puntare anche sulle fonti rinnovabili», spiega Bevilacqua. «Stiamo redigendo con la Provincia di Viterbo – continua Bevilacqua – il PEAC (Piano Energetico Ambientale Comunale) dove sono previsti interventi sul fotovoltaico e sull’eolico». Tra i primi, precisa ancora il vicesindaco, la realizzazione di un impianto da produzione di energia da 200 KW e un altro da 60 KW da posizionare su una struttura sportiva. Per quanto riguarda l’eolico si stanno facendo delle misurazioni anemometriche per verificare dove è possibile installare gli aereogeneratori.

Sarà possibile, inoltre, incrementare queste iniziative grazie alla condivisione delle esperienze di altri Comuni della rete del “Club un Bosco per Kyoto” a cui, dopo il conseguimento del premio, Oriolo ha aderito.
Il riconoscimento è andato a 16 personalità di rilievo scientifico e sociale; e solo a 23 Comuni (tre in provincia di Viterbo: Oriolo, ma anche Acquapendente e Montalto di Castro) e 8 Province delle oltre 200 candidature pervenute.
Questi comuni nel mese di marzo a Cervia daranno il via alla rete degli enti territoriali che avvieranno in Italia e in Europa una nuova politica per uno sviluppo sostenibile.
Nelle altre edizioni passate (questa era la quinta), “Un Bosco per Kyoto” ha premiato anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, il Capo di Stato, Giorgio Napoletano e il presidente americano, Barack Obama.

- Uno Notizie Tuscia - Oriolo -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...