Prosegue l'impegno dell'amministrazione comunale nel rispetto dell'ambiente. A partire dal prossimo 12 aprile scompariranno i cassonetti per la raccolta di carta, plastica e vetro e sarà avviato, invece, un processo di smistamento domestico e di raccolta porta a porta dei rifiuti.
Il progetto della differenziata è nato con un accordo tra il Comune di Bassano in Teverina, Vallerano, Canepina e Soriano nel Cimino.

“L’amministrazione comunale di Bassano in Teverina – dichiara il sindaco Alessandro Romoli -  nell’ambito della riorganizzazione delle politiche ambientali, è pronta per avviare sull’intero territorio un nuovo importante progetto per la raccolta dei rifiuti urbani porta a porta. Dopo un lungo periodo nel quale la differenziata è avvenuta tramite i cassonetti – prosegue il primo cittadino - l’amministrazione ha deciso di avviare un ambizioso progetto di raccolta dei rifiuti, con l'obiettivo di migliorare anche il decoro urbano e la qualità dei servizi. Le azioni quotidiane di tutti devono essere contraddistinte da un’attenzione crescente verso l’ambiente in cui viviamo e operiamo. La raccolta porta a porta permetterà di ridurre le quantità di rifiuti mandati in discarica, di recuperare prezioso materiale riciclabile e salvaguardare l'ambiente. Siamo sicuri – afferma Alessandro Romoli – che i cittadini si mostreranno attenti alla tutela del verde e si impegneranno per realizzare al meglio la raccolta differenziata porta a porta”.  

Per avviare l'ambizioso progetto saranno forniti, gratuitamente, a tutti i nuclei familiari contenitori necessari per lo smistamento dei rifiuti. Molto importante sarà, inoltre, la campagna d'informazione per spiegare come differenziare nel modo corretto; per raggiungere questo obiettivo saranno diffusi depliant esplicativi, organizzati incontri con i cittadini ed installato un punto d'informazione, in una posizione centrale nel paese, dove il personale specializzato fornirà le indicazioni necessarie per un corretto conferimento dei rifiuti.

“Il progetto della differenziata – prosegue il sindaco Alessandro Romoli - ha una rilevanza ed un impatto sociale molto alto. Già in campagna elettorale avevamo preso questo impegno programmatico e dopo sette mesi, nei quali abbiamo intensamente lavorato, abbiamo raggiunto l'importante obiettivo. Infine – conclude il primo cittadino - non abbiamo previsto aumenti della tassa comunale sui rifiuti urbani, ma abbiamo invece provveduto a razionalizzare la spesa interna”.

- Uno Notizie Tuscia, Viterbo - ultime news Bassano in Teverina -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...