Sabato 13 u.s., presso la sala consiliare del Comune di Canino, si è svolto il Convegno sulle fonti rinnovabili ed il risparmio energetico dove sono stati illustrati i progetti per lo sviluppo eco sostenibile della cittadina viterbese.

Sono intervenuti il Sindaco locale Signora Lina NOVELLI, Tolmiro PIAZZAI Assessore ambiente ed energia della Provincia di Viterbo, il Dr. Ferdinando SURACI ed il Dr. Marco BURCHIELLO rispettivamente Direttore e  responsabile Fonti Rinnovabili di ESCO TUSCIA Spa.

L'assessore Tolmiro PIAZZAI ancora una volta ha confermato la decisa contrarietà dell'amministrazione Provinciale a qualsiasi ipotesi sul ritorno al nucleare non solo sul territorio Viterbese ma in tutto il territorio nazionale: il prezzo da pagare in termini di rischi per le scorie, costi, tempi di realizzazione, impatto ambientale - rispetto ai benefici prodotti - è troppo alto.

Le energie alternative(Biomasse, fotovoltaico, eolico, ecc.), sfruttando contributi ed incentivi  a tutti i livelli amministrativi(CE, STATO, REGIONE,PROVINCIA), offrono già soluzioni definitive per il fabbisogno energetico nazionale, salvaguardando il paesaggio, l'ambiente, la natura e la nostra salute.

La Provincia di Viterbo, ha già stanziato circa 830.000 Euro per contributi ad Enti, Aziende e privati cittadini per il piano di azione del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili, in attuazione della Legge 10/91, i cui capisaldi sono la rottamazione delle vecchie caldaie di riscaldamento, l'attuazione dei PEACr da parte dei Comuni Viterbesi e la campagna “1.000 gazebo fotovoltaici”.

Ad oggi sono stati presentati progetti per un totale di oltre 715 Mw di cui 209 Mw già autorizzate : questa produzione di energia da fonti rinnovabili è già sufficiente per 200.000 abitanti.
A regime ed una volta autorizzate e realizzati i progetti presentati, La Tuscia sarà esportatrice di energia.

I dati sopra esposti sono stati confermati dal Dr. SURACI e dal Dr. BURCHIELLI della Società ESCO TUSCIA Spa, creata dalla Provincia con la partecipazione di 46 Comuni Viterbesi .
La Esco Tuscia assisterà le Amministrazioni Comunali nell'attuazione del Piano Energetico Ambientale da Fonti Rinnovabili con una  pianificazione consapevole in campo energetico ambientale, una valutazione dei piani di azione con progetti cantierabili a breve (1-3 anni) , la quantificazione dei vantaggi economici per i bilanci delle amministrazioni Comunali, la tutela dell'ambiente e della salute per combattere i cambiamenti climatici,
lo sviluppo di economie territoriali in sintonia con gli accordi di Kyoto.

Gli inpianti di produzione dell'energia da fonti alternative/rinnovabili  possono essere attuati sfruttando l'incentivo nazionale denominato “conto energia”. Tale incentivo pubblico è strutturato in conto gestione e, potendolo abbinare al meccanismo di Finanziamento Tramite Terzi, permette ai Comuni  di realizzare gli impianti senza alcun investimento ed indebitamento, ma anzi generando anche un utile annuo.

Il Comune di Canino è stato il primo della Provincia a richiedere l'elaborazione del progetto che ha evidenziato impianti pubblici di media piccola taglia  - sede comunale, scuola, spogliatoi campo sportivo, bocciodromo (dove verrà sostituito anche il tetto in eternit), piscina – dove realizzare gli impianti per l'autonomia  energetica comunale, senza alcun costo o indebitamento e con un ricavo annuo di circa 8.200 Euro per energia ceduta alla rete nazionale.

Le realizzazioni sotto il profilo ambientale ridurranno decisamente le emissioni in atmosfera di zolfo, polveri sottili e di circa 58 tonnellate annue per il Co2.

Al fine della diffusione delle tecnologie di produzioni energetiche  da fonti rinnovabili/alternative, il Comune si attiverà per una campagna di divulgazione ed informazione sui cittadini di Canino che fornisca ai privati gli strumenti necessari per avere accesso ai contributi nazionali.


- Uno Notizie Tuscia, Viterbo - ultime news Canino -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...