Protesta contro rigassificatore a largo di Livorno, attivisti di Greenpeace che protestavano pacificamente in difesa delle balene sono stati allontanati in maniera violenta - Due dei tre attivisti di Greenpeace arrampicati sulla gru della nave Far Samson sono stati rimossi in modo brutale e rischioso. Da ieri mattina, Greenpeace sta protestando contro la costruzione del rigassificatore offshore a largo di Livorno e all’interno del Santuario dei Cetacei. Mentre era in corso l’azione, e i tre attivisti erano in totale sicurezza, la gru è stata abbassata in maniera pericolosa per consentire agli agenti della Digos di raggiungere gli attivisti. Questi esponevano alcuni striscioni con scritte come: “Fine del Santuario” e “Ministro salva il Santuario”.

«C’è stata una rimozione coatta di due dei tre attivisti senza rispettare nessuna delle procedure di sicurezza che di solito si rispettano, senza l’attrezzatura normalmente usata», accusa la responsabile della campagna Mare di Greenpeace, Giorgia Monti: «Questo intervento ha messo in pericolo i volontari, che ricordiamo sono pacifisti. Una delle nostre attiviste è stata brutalmente sollevata e trascinata via di peso dalla gru».

La Polizia aveva precedentemente assicurato agli attivisti di Greenpeace due ore di tempo come finestra per contattare il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, per richiedere un incontro. Ma soltanto mezz’ora dopo i poliziotti hanno fatto la rimozione coatta.

«C’è un terzo attivista ancora appeso in sicurezza, la Polizia non riesce a raggiungerlo e ora stanno arrivando i pompieri», continua Monti: «L’azione è quindi ancora in corso: continuiamo ad attendere che il Ministro ci accordi un incontro per discutere di un efficace piano di gestione del Santuario dei cetacei, fermare lo scandalo del rigassificatore offshore e riavviare da subito le trattative con la Francia per la tutela delle Bocche di Bonifacio».


- Uno Notizie Toscana - ultime news Livorno -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...