FORESTE DELLA NUOVA GUINEA, assalto a tre milioni di ettari di foresta pluviale incontaminata.
Ultime notizie - Papua -
Tre milioni di ettari di foresta pluviale incontaminata sono stati letteralmente spartiti dal governo dell'Indonesia tra cartiere e produttori di olio di palma. Le foreste saranno abbattute e il legname ricavato venduto sui mercati internazionali, mentre le foreste saranno trasformate in piantagioni di palma da olio o di acacia per la produzione di carta.

Lo rivela l'associazione ambientalista Greenecomics Indonesia, secondo cui il Ministero delle Foreste ha approvato la conversione di circa 3 milioni di ettari di foreste vergini nella provincia di Papua, nell'isola della Nuova Guinea. Si tratta di un'area di un dimensione enorme, equivalente a 30 mila km quadrati: Piemonte e Liguria messe insieme.

44 imprese hanno ottenuto agevolazioni per cancellare per sempre le foreste naturali in Papua. Circa un milione di ettari è destinato per le piantagioni industriali di acacia per fabbricare cellulosa per l'industria cartiera. Sei delle imprese, che detengono complessivamente 1,2 milioni di ettari, sono state esentate dalla moratoria sull'assegnazione di nuove concessioni forestali nelle aree torbiere che il governo aveva istituito.

Secondo Greenomics Indonesia, il piano potrebbe trasformare radicalmente il panorama della provincia più ricca di foreste: "non sarà diverso da quello che si è già verificato nella provincia di Riau" ha spiegato Elfian, riferendosi alla provincia di Sumatra che è stata oramai in gran parte deforestata per coltivare piante di palma da olio e cellulosa per la produzione di cellulosa e carta.

Elfian ha esortato il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono a chiarire immediatamente la proposta di moratoria sulla conversione delle foreste. La moratoria è entrata in un limbo legale dal 1° gennaio 2011, visto che scadeva il 31 dicembre dello scorso anno e non è stato fatto nulla per rinnovarla. "Dobbiamo a tutti i costi evitare un nuovo e prolungato periodo di incertezza". Il rischio è che, in assenza di una norma che sostituisca la moratoria scaduta, ricominci il taglio indiscriminato delle foreste che sta mettendo in pericolo la fauna selvatica e che provoca l'aumento di gas serra. Inoltre, il disboscamento provoca l'erosione del suolo, che viene dilavato dalle abbondanti precipitazioni e finisce nei fiumi e in mare, lasciando il suolo inutilizzabile.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono ancora incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

ALBERI DI NATALE / i finti alberi di Natale inquinano la nostra bella terra

Ultime news - Unonotizie.it - ALBERI DI NATALE / gli alberi di Natale finti inquinano molto di...

AGRICOLTURA, PESTICIDI / oltre l'80% della superficie agricola europea contaminata da pesticidi

Ultime news agricoltura - Unonotizie.it - Uno o più tipi di pesticidi sono stati rilevati in oltre...

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute della...

TARQUINIA, INCENERITORE RIFIUTI / contrari ad impianto ad alto impatto su ambiente e salute

In merito alla procedura autorizzativa del progetto di inceneritore di rifiuti da realizzarsi nel...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...