La fortunata iniziativa, promossa dalla Confesercenti di Viterbo, prevede 4 mesi di iniziative, legate al mondo dell’enogastronomia della Tuscia viterbese. “A tavola con gli Etruschi” è un appuntamento ideato per avvicinare le tradizioni della cucina viterbese a tutti coloro che amano viaggiare attraverso i luoghi godendo dei piaceri della tavola. I ristoranti che aderiscono all’iniziativa, selezionati con cura, presentano il loro menù a prezzo fisso “tutto compreso”, e si intende dall’antipasto al dolce, acqua e vino compresi, accettando così un criterio di offerta al pubblico che si è affermato sul piano internazionale e che risulta sicuramente gradito agli ospiti.

La realizzazione dell’iniziativa è stata possibile grazie al patrocinio dell’assessorato al Turismo della Regione Lazio, della Camera di Commercio di Viterbo, della Provincia di Viterbo e del Comune di Viterbo. Ma la grande novità di quest’anno è che i ristoranti che aderiscono all’iniziativa saranno presenti anche all’interno della “Guida enogastronomica della Tuscia”, in uscita a fine ottobre, sempre edita dalla Confesercenti di Viterbo. “Tutti sono invitati a cogliere le occasioni di questa iniziativa per visitare la Tuscia viterbese – afferma Vincenzo Peparello, presidente della Confesercenti di Viterbo – scegliere i ristoranti e i menù più graditi, trascorrere i momenti più gradevoli al riparo da tutte le sorprese, tranne quelle gradevoli”.

Oltre ai manifesti, distribuiti in tutta la provincia di Viterbo, bassa Umbria e bassa Toscana, sono reperibili gli opuscoli, con l’elenco completo di tutti i ristoranti, relativi menù, e prezzi, presso gli uffici turistici, i pubblici esercizi e i ristoranti stessi. E allora via, in viaggio lungo le strade della Tuscia, pronti a degustare l’acquacotta (sicuramente il pasto completo più antico e a vocazione agricola di tutta la zona), oppure mille altre prelibatezze che vanno dalla sbroscia (zuppa di pesce tipica del lago di Bolsena) alla giubba e calzoni (zuppa di agnello ricca di verdure), alla pasta fatta in casa condita nei modi più svariati, alla zuppa di ceci e castagne e via via degustando.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...

Fiumicino miglior aeroporto d'Europa nel 2019

L’aeroporto di Fiumicino si è visto attribuire dall’Airports Council International il premio...

San Gregorio VII, il Papa che umiliò l'Imperatore, torna a Sovana il 22 febbraio

Con la festa della Presentazione al tempio di Gesù è iniziato ufficialmente nei giorni scorsi...