Luigi Spagnolli e' sindaco di Bolzano dal 2005, rieletto nel 2010. Dal sito www.comune.bolzano.it riprendiamo la seguente scheda biografica: "nato a Bolzano il 10 febbraio 1960, residente a Bolzano, coniugato con due figli. Studi: 1979 maturita' classica presso il Liceo "G. Carducci" di Bolzano. 1985 Laurea in Scienze Forestali presso l'Universita' degli Studi di Firenze, 1985 Abilitazione all'esercizio della professione di Dottore Forestale ed iscrizione all'albo degli Agronomi e Forestali della Provincia di Bolzano. Attivita' lavorative: 1985-1990: Insegnante precario e di ruolo di diverse materie in scuole medie e superiori. 1986-2003: Rapporto di lavoro in varie forme con il Comune di Bolzano: consulente, coordinatore della segreteria del Sindaco (capo di gabinetto), funzionario tecnico area ambientale dal 1992, direttore dell'Ufficio Ambiente dal 1996, direttore della Ripartizione Ambiente e Verde Pubblico dal 2001. Nel 2001 nomina a componente il Comitato di Gestione della parte altoatesina del Parco Nazionale dello Stelvio in rappresentanza del Cai Alto Adige. Dal 2003 al 2005 incarico di coordinatore con funzioni di direttore del Parco Nazionale dello Stelvio, in Bormio (So), a seguito di concorso. Dal 5 novembre 2005 Sindaco di Bolzano, rieletto il 16 maggio 2010 per il secondo mandato. Altre attivita': Culturali: socio del Circolo Cittadino di Bolzano dal 1989, componente del Direttivo dal 1990 al 1994. Religiose: dal 1995 fondatore e membro del Gruppo Diocesano per l'Impegno Socio Politico (Geis). Socio-sanitarie: fondatore nel 1992 e primo Presidente di Admo Alto Adige - Associazione Donatori di Midollo Osseo fino al 1997. Dal 1998 componente di diversi organismi in Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) Comunale e Provinciale. Sportive: dal 1975 tesserato Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera), in qualita' di atleta, tecnico, giudice e dirigente (dal 1988) con vari incarichi tra cui revisore dei conti e componente del Comitato Provinciale e della Commissione Nazionale Carte Federali. Componente della Giunta Provinciale del Coni dal 1992 al 2000. Organizzatore e speaker di manifestazioni nazionali ed internazionali. Ambientaliste: socio, o gia' socio, Wwf, Legambiente, Greenpeace, Cai, Ana. Interessi: viaggi, escursioni in montagna, fotografia, letteratura italiana, storia, scienze della natura"

 - "La nonviolenza e' in cammino": Quale e' stato il significato piu' rilevante della marcia Perugia-Assisi in questi cinquanta anni?

- Luigi Spagnolli: A mio avviso il fatto di ripetersi ogni anno evolvendosi ogni volta in un evento nuovo al passo coi tempi. Il concetto di pace si e' dimolto evoluto in questo periodo, nel senso che la pace e' stata metabolizzata in modo assai diverso dai diversi popoli e dalle diverse persone, con l'ovvio denominatore comune della volonta' di nonviolenza. Per cui ogni anno assistiamo e/o partecipiamo ad una Perugia-Assisi che e' tradizione e novita' insieme, con temi sempre nuovi e con il bello dello stare insieme a persone belle.

- "La nonviolenza e' in cammino": E cosa caratterizzera' maggiormente la marcia che si terra' il 25 settembre di quest'anno?

- Luigi Spagnolli: La pace oggi e' avvolta in una nuvola di dubbi legata ai recenti fatti di Egitto, Siria, Libia oltreche' i "soliti" Darfur, Iraq, Afghanistan ecc. Nessuno ha una ricetta certa, in particolare oggi, per riportare pace dove manifestamente non c'e'. Importante e', pero', ribadire in tanti che la pace e' sempre fortemente presente nelle prospettive di futuro di tante singole persone anche molto diverse tra loro per lingua, provenienza, estrazione ed eta'. Dobbiamo continuare a ripetercelo e a gridarlo, che la vogliamo, la pace.

- "La nonviolenza e' in cammino": Quale e' lo "stato dell'arte" della nonviolenza oggi in Italia?

- Luigi Spagnolli: Le statistiche dicono che ci sono posti al mondo dove si sta peggio. Io credo pero' che in particolare il mondo mediatico italiano debba fare un balzo in avanti culturale su questo tema, perche' finche' il fatto di violenza sara' uno scoop e il comportamento nonviolento no, i media si occuperanno sempre molto di piu' di violenza che di nonviolenza stimolando processi emulativi. La nonviolenza deve essere nel cuore e nella testa delle persone, ma se non c'e' ancora arrivata bisogna cercare di farcela arrivare, non di farci arrivare tutt'altro.


- "La nonviolenza e' in cammino": Quale ruolo puo' svolgere il Movimento Nonviolento fondato da Aldo Capitini, e gli altri movimenti, associazioni e gruppi nonviolenti presenti in Italia?

- Luigi Spagnolli: Cogliere ogni occasione per continuare a picchiare sul chiodo della nonviolenza, che entri sempre piu', come detto sopra, nel cuore e nel cervello delle persone.

- "La nonviolenza e' in cammino": Quali i fatti piu' significativi degli ultimi mesi in Italia e nel mondo dal punto di vista della nonviolenza?


- Luigi Spagnolli: Ogni volta che si verifica un fatto di sangue e le persone colpite si esprimono in termini di perdono e di giustizia, e non in termini di rabbia e di vendetta, si fa nonviolenza. Accade ancora, per fortuna.

- "La nonviolenza e' in cammino": Su quali iniziative concentrare maggiormente l'impegno nei prossimi mesi?

- Luigi Spagnolli: Abbiamo davanti un periodo di sofferenza economica che colpira' naturalmente le fasce deboli della popolazione: chi persegue la nonviolenza dovra' cogliere ogni occasione per evitare che le tensioni conseguenti si traducano in volonta' di rivalsa o di sopraffazione, e riaffermare sempre che la pace e' un bene supremo per tutti.

- "La nonviolenza e' in cammino": Se una persona del tutto ignara le chiedesse "Cosa e' la nonviolenza, e come accostarsi ad essa?", cosa risponderebbe?

- Luigi Spagnolli: Sono un credente cattolico, e spiegherei il principio del porgere l'altra guancia. Che oggi e' piu' che mai moderno, anche se va necessariamente attualizzato: io mi posso sentire in dovere di porgerla, l'altra guancia, ma non ho il diritto di imporre ad altre persone di porgerla anche loro.

 

Fonte: Centro di ricerca
per la pace di Viterbo

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...