Ieri pomeriggio, intorno al dolore dei familiari c'erano quasi tutti gli abitanti di Canepina. Sulla colleggiata della chiesa una grande folla ha accolto il feretro di Rosamaria Pandimiglio, che tutti conoscevano come Rossella, morta pochi giorni fa nel tragico incedente avvenuto sulla strada canepinese. In prima fila il marito Gianni, nostro fotografo e collaboratore e i figli di Rossella, tra le persone, che a stento sono riuscite a stringersi nella chiesa per la celebrazione, anche chi non la conosceva direttamente era segnato da grande tristezza.

Durante la celebrazione il ricordo più nitido di Rossella è stata un suo primo piano, posizionato sul feretro: un'immagine chiara e solare, che non poteva rappresentare meglio una donna animata da una grande voglia di vivere. Anche Don Mario Zanassi che ha officiato alla cerimonia l'ha voluta ricordare così: “Era una donna che non si stava mai ferma e tutti l’apprezzavamo per l’impegno che metteva in ogni cosa. Nella politica, ma anche nella vita sociale e parrocchiale. Aveva sempre un sorriso per ognuno di noi e si dava da fare come poteva per aiutare amici e conoscenti”. Rossella era sempre una delle prime persone ad attivarsi in paese: si occupava della processione del Venerdì Santo, dell'Avis e di molte altre iniziative.

Tra i presenti all'omelia, anche il cantante del celebre gruppo musicale Le Vibrazioni, amico personale del figlio di Rossella, che ha voluto dare il suo omaggio cantando con il coro della chiesa durante la cerimonia funebre, l'assessore provinciale Gianmaria Santucci e il sindaco di Canepina, Maurizio Palozzi che ha notato come “La sua perdita ci colpisce da vicino. La conoscevamo tutti e tutti sapevamo quanta carica e quanta voglia di vivere avesse. Questa scomparsa improvvisa e ci lascia attoniti e sconvolti”.



Commenti

mi spiace... ma per dovere di cronaca devo dire che non è stato Francesco Sarcina a cantare col coro, e a dedicare un brano di Bach a Rossella, ma un amico milanese del figlio e di tutta la famiglia.
commento inviato il 26/09/2011 alle 2:27 da marco  
add
add

Altre News Attualità

LA MAFIA CHE AVANZA / ad Ostia, Tarquinia, Montalto di Castro e Viterbo crescono riciclaggio e infiltrazioni mafiose

Ultime news - Unonotizie.it - Le infiltrazioni mafiose nel Lazio sono un fenomeno in continua...

DOBBIAMO MOLLARE ? / rileggiamo l'ultimo articolo scritto dall'encomiabile Luigi Daga sul periodico Tarquinia Città

A seguire l'articolo scritto 10 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

''LA MAFIA A VITERBO, UNA CITTA' SOTTO ASSEDIO'' / libro, da rileggere, di Daniele Camilli

Libri: La Mafia a Viterbo, una città sotto assedio. Ultime notizie Viterbo - UnoNotizie.it -...

San Faustino, il 15 febbraio festa dei single a Viterbo Sotterranea

San Faustino è la festa di tutti i single, in contrapposizione con San Valentino, la...

TARQUINIA, SAN GIORGIO SOS / la storia distrutta nel silenzio di sindaco e Soprintendenza

Quello che potrebbe essere l’insediamento dell’antica Rapinium, sorta nei pressi della...

CARDINAL RAGONESI, VITERBO / scambio di auguri nella bellissima cappella della nota scuola di Viterbo

Scambio di auguri al Liceo Scientifico Paritario Cardinal Ragonesi di Viterbo e celebrazione della...

TARQUINIA, SCOMPARE CENTRO ETRUSCO A SAN GIORGIO / perchè Sovrintendenza e Carabinieri non intervengono?

A San Giorgio si muovono i mezzi da scavo per le opere di urbanizzazione della lottizzazione...

MAFIA SULL'ALTO LAZIO / su Viterbo e costa Tirrenica crescenti tentacoli di mafia, camorra e ‘ndrangheta

Si è riunito a Civitavecchia il Comitato Direttivo regionale dell’Associazione per la lotta...