CENTRALE ENEL A CARBONE CIVITAVECCHIA / Indagato il responsabile della Centrale di Civitavecchia  TVN - ultime notizie Ambiente - A quasi un mese dall'incidente avvenuto lo scorso 26 agosto alla centrale Enel a carbone di Torrevaldaliga Nord (TVN) le indagini iniziano ad avere le prime ricadute. E' stata resa nota l'iscrizione al registro degli indagati del responsabile della centrale, il reato ipotizzato è quello di incendio colposo, anche se, per il dirigente, l'avviso di garanzia appariva come un atto più che altro dovuto.

Al centro dell'attenzione della procura di Civitavecchia è però l'incendio. Il pool di inquirenti e forze dell'ordine, guidato dal procuratore capo Gianfranco Amendola e dal sostituto Edmondo de Gregorio, hanno infatti imbastito un'indagine capillare per capire cosa sia davvero accaduto in quel tragico venerdì mattina e come si sia sviluppato l'incidente. Dalle prime ricostruzioni il fuoco si era propagato dal secondo gruppo di trasformatori della centrale, con la conseguente nube di denso fumo nero che era arrivata a investire anche i comuni della Tuscia.

Oltre ad aver nominato un proprio perito, la procura ha disposto una serie di verifiche, controlli ed esami a cui si aggiungono degli accertamenti tecnici particolari, che non potranno più essere ripetuti in periodi successivi, e che, proprio per questo, saranno eseguiti alla presenza del perito di parte.

Oltre alle cause dell'incidente bisognerà anche appurare se gli olii bruciati erano nocivi o meno, se tutto l'impianto fosse a norma o no, quale sia la gravità degli effetti del fumo sprigionatosi nell'aria. Per questo secondo gruppo di interrogativi la procura si è affidata a un gruppo di tecnici, provenienti da fuori Civitavecchia, che dopo la relazione preliminare consegnata alla procura nei giorni scorsi, dovranno fornire anche un quadro più dettagliato della situazione.

Nel frattempo proseguono anche le indagini tradizionali, affidate alla polizia giudiziaria di Civitavecchia.  

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...