LAZIO, CANINO: NO ALL'INCENERITORE DELLA CARTIERA DI PONTESODO. Il Comitato cittadino invita la popolazione a partecipare. Ultime notizie Canino, Viterbo - UnoNotizie.it - Dopo la grande assemblea cittadina svoltasi nel Comune di Canino il 28 gennaio scorso e l’impegno del neonato movimento di cittadini a difesa del territorio e dell’ambiente, considerato che il Consiglio comunale di Canino ha approvato il 9 febbraio scorso la delibera che ribadisce la sua ferma contrarietà alla realizzazione dell’impianto “Dissociatore molecolare” (inceneritore) della Energo nella cartiera di Pontesodo. 

Un no sostenuto non da blande argomentazioni ambientalistiche o pseudo-politiche quanto dalla presa d’atto che in base alla documentazione ufficiale, a disposizione del Comune, della Provincia, della Regione e della popolazione, la sola e unica sperimentazione di questo sistema, quella di Peccioli in provincia di Pisa, si era rivelata fallimentare e gravemente dannosa per l’incolumità pubblica. Ora attendiamo la convocazione della Conferenza dei Servizi da parte della Provincia che ancora aspetta di ricevere la documentazione integrativa richiesta dagli uffici competenti alla Società Energo.

Nel frattempo questo movimento - sorto spontaneamente fra quanti hanno a cuore il destino sociale, turistico, economico di un territorio a fortissima vocazione agricola (cittadini e cittadine , cooperative agricole, imprenditori) - sta seguendo giorno dopo giorno l’evolversi della situazione con l’aiuto anche degli organi di stampa, e di molte personalità della cultura, dell’Università, della Pubblica Amministrazione e del mondo economico, professionale e politico. Un monitoraggio attento e quotidiano portato avanti con il supporto anche di altri Comitati e Reti di associazioni impegnate nella tutela del patrimonio ambientale.

Un monitoraggio che continuerà fino al termine di questa brutta vicenda.Il Comitato e tutti gli amici di Canino e di Montalto vigileranno con tutti i mezzi leciti affinché non vi siano irregolarità, abusi, scorciatoie, intimidazioni e decisioni in contrasto con gli impegni e con le risultanze dei documenti ufficiali sulla sperimentazione effettuata dal Comune di Peccioli.

Invitiamo tutti i cittadini del territorio alla conferenza “non bruciamoci il futuro” che si terrà a Canino, sabato 18 febbraio 2012, alle ore 16.30, presso il cinema La Pineta.

La salute e il futuro dei cittadini di Canino e Montalto e di tutto il comprensorio non e’ in vendita!


COMITATO CITTADINO PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE E DEL TERRITORIO
(CANINO - MONTALTO DI CASTRO)

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono ancora incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

ALBERI DI NATALE / i finti alberi di Natale inquinano la nostra bella terra

Ultime news - Unonotizie.it - ALBERI DI NATALE / gli alberi di Natale finti inquinano molto di...

AGRICOLTURA, PESTICIDI / oltre l'80% della superficie agricola europea contaminata da pesticidi

Ultime news agricoltura - Unonotizie.it - Uno o più tipi di pesticidi sono stati rilevati in oltre...

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute della...

TARQUINIA, INCENERITORE RIFIUTI / contrari ad impianto ad alto impatto su ambiente e salute

In merito alla procedura autorizzativa del progetto di inceneritore di rifiuti da realizzarsi nel...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...