LAZIO ultime notizie ROMA – www.unonotizie.it – Grazie a un provvedimento della Banca d’Italia la BNI (Banca Network Investimenti S.p.a.) è stata autorizzata alla sospensione dei pagamenti, senza comunicare alcunché ai correntisti. Questi ultimi sono così impossibilitati a effettuare prelievi e versamenti, pagamenti delle bollette, delle rate dei mutui e delle tasse.

Il provvedimento oltre ad aver destato le preoccupazioni dell’Adiconsum, si configura come un’inequivocabile segnale di peggioramento delle condizioni economiche, rendendo la situazione italiana ogni giorno più simile a quella di paesi come la Grecia, già sottoposti a un regime di aiuti economici, con conseguente commissariamento, da parte dell’Unione Europea.

Per Pietro Giordano di Adiconsum siamo di fronte a un “Grave l’atteggiamento di Banca d’Italia che assume provvedimenti senza valutare le ricadute sui correntisti, e in special modo, sulle famiglie monoreddito e sui pensionati” .

Adiconsum chiede a Bankitalia un incontro urgente e la revoca del provvedimento

“Molto grave e inaccettabile” – prosegue Giordano, segretario generale dell’associazione consumatori – “l’atteggiamento di Banca d’Italia nella vicenda BNI S.p.A., perché altamente lesivo degli interessi della clientela”.

Bankitalia, infatti, dopo aver prorogato il commissariamento dell’istituto di credito, dando quindi l’impressione di un imminente salvataggio, ha poi dato il via libera alla liquidazione coatta, senza fornire alcuna preventiva comunicazione ai correntisti, lasciandoli in condizione di non poter effettuare alcun tipo di operazione, neanche quelle di base per la sopravvivenza quotidiana, quali prelievi e versamenti, pagamenti di utenze, rate, tasse.

“Dobbiamo purtroppo segnalare che provvedimenti lesivi come quelli adottati nei confronti della clientela BNI” – denuncia Giordano – “non rappresentano un caso isolato. Decisioni prese senza tener conto delle pesanti ricadute, in particolare sui risparmiatori in possesso di un unico conto corrente su cui accreditano stipendio o pensione, non sono nuove a Bankitalia, ed hanno interessato anche i correntisti di Banca MB”.

“L’atteggiamento di Banca d’Italia” – prosegue Giordano – “è burocratico e notarile e come Adiconsum abbiamo chiesto in una lettera inviata a Banca d’Italia e a BNI la revoca del provvedimento e un incontro urgente per definire le modalità con cui i clienti, specie famiglie a reddito fisso e pensionati, possano svolgere le normali operazioni quotidiane”.

Commenti

L´articolo non è preciso. In realtà la banca impedisce al correntista di gestire il proprio denaro, ma i versamenti vengono accettati eccome. Il mio stipendio è stato accreditato, nonostante il bonifico sia stato fatto dopo il 31/05. La rabbia sta montando, come paghiamo Imu, bollo ..
commento inviato il 12/06/2012 alle 6:42 da marco aquilanti  
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...