PRIMARIE PD, VOTAZIONI: BALLOTTAGGIO BERSANI - RENZI / Primarie Partito democratico, 2 dicembre: risultati votazioni di oggi

Ultim'ora di domenica 2 dicembre:

Gli aggiornamenti in diretta  

 Ore 21.04

Quando lo spoglio è arrivato alla metà, circa 4686 seggi, Pier Luigi Bersani ha il 60,8 per cento e Matteo Renzi il 39,1 per cento. 

Esulta anche Vendola:

«Il grande fatto di democrazia, un’onda che ha avuto spinta nell’uscita a sinistra dalla II repubblica, dal berlusconismo. Ci sono state molte domande di innovazione ma alla fine il segno prevalente dell’onda riformatrice va nel segno di un cambio radicale dell’agenda di governo, dell’equità sociale». Così Nichi Vendola


Precedente notizia

Le primarie alle battute finali, pace tra pace e rotture tra Renzi e Bersani, ultime notizie Roma -
Cominciano a volare gli stracci. Bersani, dopo le polemiche per le regole di iscrizione al secondo turno "accusa" il sindaco di Firenze di essere un po' di destra: "Qualche inflessione, qualche meccanismo che viene detto come 'nuovo' e che abbiamo sentito troppo spesso in questi anni io lo sento anche nelle sue parole", risponde a Repubblica.it. "Ma questo ci sta. E' un elemento di discussione nel mio partito", dice Bersani che cita i guasti degli anni '80, "della destra" che "ci ruba le parole e usa la parola 'merito' per giustificare il potere dei piu' forti" e negare il merito, "quello vero, dei piu' deboli". "La differenza piu' consistente" con Matteo Renzi "e anche un po' preoccupante e' sulla politica estera". Bersani però apre ai renziani nel suo governo. "Solo in base alle capacita', non ai tavolini o al Cencelli", dice infatti il leader del Pd a 'La telefonata'. "Sono uno- aggiunge- che non ha nessuna remora verso niente e nessuno, pero' non sono neanche quello che fa i tavolini, il bilancino, il Cencelli... Se stiamo parlando di persone competenti, capaci, non sto certo a guardare che maglietta portano. Se stiamo parlando di mettere a tavolino pesi e misure... non sono l'uomo".

La satira "mi diverte molto, se un politico non ride di se stesso non ha capito niente dalla vita". Cosi' il sindaco di Firenze Matteo Renzi, ai microfoni di Rtl 102.5. Un pregio e un difetto di Renzi e di Bersani? "Beh, un mio difetto e' che sono molto testardo, un mio pregio e' che mi piace sapere ridere di me. In quanto a Bersani il pregio e' sicuramente la solidita', il difetto e' che mi aspettavo qualita' umane diverse". Regole violate? "Una barzelletta che non fa ridere". "Noi- spiega-abbiamo semplicemente detto che siccome queste regole complicate del ballottaggio permettono fino a stasera alle 20 di poter comunque partecipare al ballottaggio, anche se non hai partecipato al primo turno, mandano una mail, noi abbiamo soltanto messo su un sito per consentire a chi vuole di iscriversi e di poter partecipare al ballottaggio e questa scelta e' stata considerata un violazione delle regole. Stiamo chiedendo alla gente se vuole venire a votare, vi sembra sia violare le regole? La sensazione e' che in queste ore stia prevalendo la paura e mi dispiace perche' era meglio chiudere la campagna elettorale con il sorriso, non con astio e rancore".

Ma l'alleanza con Pier Ferdinando Casini si deve fare per forza? "Per forza non si fa niente", risponde Pier Luigi Bersani. E aggiunge: "Abbiamo scritto nella carta degli intenti che in ragione dei populismi della destra i progressisti sono disponibili a discutere con forze costituzionali, moderate, europeiste, che non accettino derive berlusconiane. Io- spiega il leader del Pd- intendo tenere fermo questo punto, perche' davanti ai problemi e ai contendenti che avremo, perche' adesso sembra che non ci siano ma ci saranno, dare un atteggiamento di chiusura settaria e' un errore. Dopo di che- conclude- vediamo che cosa succede. Vediamo come si organizzano, vediamo i contenuti programmatici. Per me, ad esempio, una legge sui diritti civili come la Germania si deve fare. E si fa".

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

LA MAFIA CHE AVANZA / ad Ostia, Tarquinia, Montalto di Castro e Viterbo crescono riciclaggio e infiltrazioni mafiose

Ultime news - Unonotizie.it - Le infiltrazioni mafiose nel Lazio sono un fenomeno in continua...

DOBBIAMO MOLLARE ? / rileggiamo l'ultimo articolo scritto dall'encomiabile Luigi Daga sul periodico Tarquinia Città

A seguire l'articolo scritto 10 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

''LA MAFIA A VITERBO, UNA CITTA' SOTTO ASSEDIO'' / libro, da rileggere, di Daniele Camilli

Libri: La Mafia a Viterbo, una città sotto assedio. Ultime notizie Viterbo - UnoNotizie.it -...

San Faustino, il 15 febbraio festa dei single a Viterbo Sotterranea

San Faustino è la festa di tutti i single, in contrapposizione con San Valentino, la...

TARQUINIA, SAN GIORGIO SOS / la storia distrutta nel silenzio di sindaco e Soprintendenza

Quello che potrebbe essere l’insediamento dell’antica Rapinium, sorta nei pressi della...

CARDINAL RAGONESI, VITERBO / scambio di auguri nella bellissima cappella della nota scuola di Viterbo

Scambio di auguri al Liceo Scientifico Paritario Cardinal Ragonesi di Viterbo e celebrazione della...

TARQUINIA, SCOMPARE CENTRO ETRUSCO A SAN GIORGIO / perchè Sovrintendenza e Carabinieri non intervengono?

A San Giorgio si muovono i mezzi da scavo per le opere di urbanizzazione della lottizzazione...

MAFIA SULL'ALTO LAZIO / su Viterbo e costa Tirrenica crescenti tentacoli di mafia, camorra e ‘ndrangheta

Si è riunito a Civitavecchia il Comitato Direttivo regionale dell’Associazione per la lotta...