Viterbo ultime news www.UnoNotizie.it - Previsioni occupazionali oscure per la Tuscia nel primo trimestre 2013 secondo lo studio del Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, in cui vengono rilevate la domanda di lavoro e i fabbisogni professionali e formativi espressi dalle imprese dell’industria e dei servizi. Il perdurare della recessione e la prospettiva che la stessa si prolunghi per buona parte del 2013 continuano a frenare la ripresa della domanda di lavoro da parte delle imprese.

In particolare nella provincia di Viterbo i contratti di lavoro attivati nel primo trimestre 2013 potranno raggiungere, nel loro insieme, le 560 unità. Così come accade a livello nazionale, la maggior parte di essi riguarderà assunzioni di personale dipendente (330 unità, il 58% del totale). A questi si aggiungeranno poi una trentina di contratti in somministrazione (i cosiddetti "interinali"), pari al 5% del totale, 140 contratti di collaborazione a progetto (25%) e 70 contratti relativi ad altre modalità di lavoro indipendente (12%).


“Sul fronte occupazionale – dichiara Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – si gioca la tenuta del sistema economico locale e la coesione sociale. È palpabile la sensazione di disagio vissuta da imprenditori e lavoratori che vedono allontanarsi quelle prospettive che fino a qualche anno fa rappresentavano delle certezze. La mia preoccupazione riguarda anche i giovani, i quali devono rimandare a tempi migliori il loro progetto di vita a meno che non emigrino fuori provincia o addirittura all’estero. Ritengo fondamentale che le istituzioni, soprattutto in questa fase, offrano alle imprese disponibilità e opportunità affinché si possa riavviare il motore dello sviluppo così come auspicato nel Documento del Focus Impresa e Lavoro presentato ai candidati alle elezioni regionali e politiche”.

I programmi occupazionali delle imprese per il primo trimestre dell'anno si inseriscono in un contesto economico ancora difficile. Con il rallentamento dell'attività produttiva numerose aziende lamentano un'eccedenza di personale in organico e sono costrette a ricorrere alla Cassa Integrazione Guadagni (CIG).

Il numero di lavoratori in eccesso nelle imprese può essere stimato traducendo il monte-ore degli interventi della CIG autorizzati (di fonte INPS) in "occupati equivalenti a tempo pieno", tenendo conto sia dell'effettivo utilizzo del monte-ore da parte delle imprese nel trimestre in esame, sia degli effetti delle autorizzazioni concesse nei trimestri precedenti. In base a questa stima, nel periodo settembre-novembre 2012, l'eccedenza di manodopera nelle imprese della provincia di Viterbo si è attestata attorno alle 1.900 unità equivalenti a tempo pien 1.600 nell'industria (+32% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno) e 300 nei servizi, in forte aumento.

In relazione allo stock di dipendenti presenti nelle aziende, questi valori indicano un "tasso di eccedenza" dell'11,3% nell'industria e dell'1,1% nei servizi, per una media del 4,9%, praticamente il doppio del 2,5% medio regionale. Questa eccedenza di manodopera determina nelle imprese una tendenza a ridimensionare il proprio organico.

Non sorprende, quindi, che la variazione occupazionale attesa nel primo trimestre dell'anno in provincia di Viterbo sia di segno negativ alle 560 "entrate" di lavoratori, sia subordinati sia autonomi, si contrappongono circa un migliaio di "uscite" (dovute a scadenza di contratti, pensionamento o altri motivi), da cui deriva un saldo negativo pari a 440 unità. Un trend in linea con quanto avviene anche nelle altre province laziali, dove si prevedono variazioni occupazionali di segno negativo, che oscillano da -150 unità a Rieti a -610 a Frosinone, a esclusione di Roma che si caratterizza invece per un saldo positivo, che dovrebbe raggiungere il migliaio di unità.

Come si è visto in precedenza, anche se le imprese spesso si avvalgono di lavoratori inseriti con altre modalità contrattuali, le assunzioni di lavoratori dipendenti costituiscono la parte prevalente della domanda di lavoro espressa dalle imprese. Nel primo trimestre dell'anno, in provincia di Viterbo le assunzioni previste ammontano a 330 unità, circa il 10% in meno rispetto alle 370 dello scorso trimestre.

Un contratto di lavoro dipendente non sempre significa stabilità contrattuale: basti pensare che le assunzioni a tempo determinato saranno pari, nella provincia, a 240 unità, pari a circa tre quarti del totale. Queste saranno finalizzate soprattutto a realizzare attività stagionali, raggiungendo in questo caso le 140 unità (il 42% del totale provinciale). Vi saranno poi una quarantina di assunzioni per far fronte a picchi di attività (12%), 50 per testare i candidati in vista di una possibile assunzione stabile (14%) e una ventina per sostituire lavoratori temporaneamente assenti (6%). I contratti stabili (ovvero a tempo indeterminato e assimilando a questi i contratti di apprendistato) saranno, nel loro insieme, poco meno di un centinaio.

Oltre l'80% delle 330 assunzioni programmate in provincia di Viterbo nel 1° trimestre 2013 si concentrerà nei servizi, diversi punti in più rispetto al trimestre precedente. Si riduce quindi il peso dell'industria (costruzioni comprese), che non supererà il 17% (60 unità in termini assoluti). Tra i servizi, prevalgono i servizi alle persone, con 140 assunzioni previste (42%), mentre il commercio, il turismo e la ristorazione, nel complesso, dovrebbero effettuare 90 assunzioni (un terzo del totale provinciale).

Le restanti 40 assunzioni si riferiscono ai servizi alle imprese. Le assunzioni che nel 1° trimestre 2013 le imprese viterbesi riserveranno alle professioni high skill, ossia dirigenti, specialisti e tecnici, saranno circa 60, vale a dire il 17% delle assunzioni totali. Questa quota risulta inferiore sia alla media regionale (22%), sia a quella nazionale (20%). L'insieme di professioni più numeroso è quello delle professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi (130 assunzioni unità, per una quota pari al 38% del totale), seguito da quello che comprende le figure impiegatizie (90 unità, 26%).

Le restanti assunzioni riguarderanno le professioni operaie (50 unità, 14%) e i profili generici e non qualificati (una ventina di unità, pari al 5% del totale). In provincia di Viterbo la richiesta di esperienza specifica risulta praticamente invariata rispetto al trimestre precedente e interesserà il 59% delle assunzioni totali, quota analoga alla media regionale. In particolare, al 13% dei candidati sarà richiesta un'esperienza nella professione e al 46% un'esperienza almeno nel settore dell'impresa.

Aumentano invece i problemi delle imprese nel trovare i profili desiderati. La quota di assunzioni difficili da reperire passa dal solo 8% dello scorso trimestre al 20%, superando di circa due punti la media regionale. Rispetto allo scorso trimestre, si riduce poi la quota di assunzioni rivolte ai giovani, che non supererà il 30% del totale. Risultano invece in aumento le "opportunità" per le donne, che in questo trimestre raggiungono i due terzi del totale.


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cronaca

VILLA LANTE DI BAGNAIA, GRAN BALLO OTTOCENTESCO / danzatori in costume d'epoca si esibiranno nei giardini della splendida Villa Lante

Mercoledì 4 settembre 2019 dalle ore 18:00 alle 20:30 si terrà il Gran ballo Ottocentesco...

TUSCIA, FESTE DEL VINO / dal 26 luglio al 25 agosto in programma oltre 150 appuntamenti in vari borghi

Presentate questa mattina nella suggestiva sala “Martino IV” nella Rocca dei Papi di...

CONSIGLIO REGIONALE LAZIO / PTPR: tuteliamo così il nostro prezioso paesaggio

Secondo giorno di discussione del PTPR in Consiglio Regionale del Lazio. Il Piano è lo strumento...

VITERBO, EMOZIONE SOTTERRANEA / alla scoperta degli spettacolari sotterranei di Viterbo Underground

Ultime news - UnoNotizie.it - Tesori d’ Etruria e la sua Viterbo Sotterranea sono diventati...

I GATTI ALLUNGANO LA VITA / adottare un gatto combatte la depressione e fa bene al cuore

Ultime news - UnoNotizie.it - I gatti allungano la vita, fanno bene alla salute del cuore, tengono...

TARQUINIA, MOVIMENTO 5 STELLE / proposta del M5S di Tarquinia per convocare i consigli comunali in orari serali

Appena due anni fa è stata approvata in consiglio comunale la proposta del M5S di Tarquinia...

VITERBO, MORTO MARCO FOGLIETTA / la famiglia ringrazia tutti quanti hanno partecipato al suo dolore

Ultime news - UnoNotizie.it - Pochi giorni fa è scomparso a soli 53 anni Marco Foglietta, personal...

MOVIMENTO 5 STELLE TARQUINIA / il taglio dei vitalizi agli ex consiglieri della Regione Lazio è finalmente realtà

Il taglio dei vitalizi agli ex consiglieri della Regione Lazio è finalmente realtà. Il consiglio...