ROMA (Uno Notizie.it)

Ammonta a 1.280 Euro l’attuale retribuzione media di un dipendente pubblico. Sarebbe questo, secondo il settore studi di confartigianato, lo stipendio aumentato più del 47% dal 2000 al 2007?
In una cosa siamo d’accordo: l’Italia si distingue sempre rispetto all’Europa ma in questo caso per la  povertà dei salari sia del settore pubblico che del settore privato, è l’ OCSE che ci informa che sono i più bassi nei 15 paesi dell’Europa, ma sono anche indietro rispetto agli Stati Uniti ed  alla Corea, In breve nell’ambito OCSE, i salari italiani sono al ventiduesimo o al ventitreesimo posto a seconda che si consideri il salario lordo o quello netto, ancora più grave è il dato se si paragona all’effettivo potere d’acquisto.

La verità è che in Italia esiste una grave emergenza salariale di tutto il mondo del lavoro dipendente sia pubblico che privato e le famiglie lo sanno bene, lo avevamo già denunciato in precedenza che la campagna mediatica portata avanti da alcune categorie, in particolare del mondo imprenditoriale,  si prefigge lo scopo di creare nuove guerre tra poveri nella logica del dividi et impera; guerre tra dipendenti privati e pubblici, tra lavoratori e disoccupati, tra  precari e  stabili,  facendo passare per privilegi il diritto ad un salario dignitoso, al lavoro a tempo indeterminato,  alla cura e alla salute e questa ne è una palese testimonianza.
 
Questo attacco così duro al pubblico impiego non è affatto casuale, è chiaro che se verranno abbattuti  i diritti  anche in questo settore che rappresenta il traino per il mondo del lavoro dipendente, allora i datori di lavoro non saranno tenuti a  rispettare più alcuna regola e i lavoratori saranno carne da macello.

La forte destrutturazione del pubblico impiego che si sta attuando  tramite chiusure di uffici e privatizzazioni di servizi,  porterà inevitabilmente ad una società di padroni e servi in  cui  neanche il privato cittadino potrà rivendicare i propri diritti in uno Stato che non c’è.

Se, comunque, vogliamo ancora confrontarci sui dati, cominciamo per una volta da quelli di manager, banchieri e imprenditori.
 
Alleghiamo La classifica dei primi 100 personaggi, tratta da "La paga dei padroni", di Gianni Dragoni e Giorgio Meletti”.

Siamo sicuri che non occorrono ulteriori commenti.


Federazione RdB CUB Viterbo

 

CLASSIFICA DA “LA PAGA DEI PADRONI”


1. Matteo Arpe ad Capitalia fino al 31 maggio 2007 37.405.281 (di cui 31.226.105 «indennità per risoluzione rapporto di lavoro » e 1.277.831 Tfr)
2. Cesare Geronzi p Capitalia fino al 30 settembre 2007 23.648.266 (di cui 20 milioni «emolumento straordinario che costituisce anche premio alla carriera»), vp Mediobanca per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2007 375.000 TOTALE 24.023.266
3. Riccardo Ruggiero ad e dg Telecom Italia fino al 2 dicembre 2007 17.227.000 (comprende incentivo all’esodo di 9.900.000), c Safilo 50.000 TOTALE 17.277.000
4. Carlo Buora vp Telecom Italia fino al 2 dicembre 2007 11.941.000 (comprende 4 milioni per patto di non concorrenza con erogazione nel 2008-2009)
5. Giovanni Bazoli indennità speciale di fine mandato p ex Banca Intesa 10.000.000, p cds Intesa Sanpaolo 1.364.000, p Mittel 50.000, c Alleanza 42.570, vp Banca Lombarda 37.499, c Ubi banca 67.659 TOTALE 11.561.728
6. Gabriele Galateri di Genola p Mediobanca fino al 2 luglio 2007 11.000.000, vp Rcs 19.000, p Telecom Italia dal 3 dicembre 2007 9.000 TOTALE 11.028.000
7. Alessandro Profumo ad Unicredit 9.427.000 (oltre ad azioni gratuite per 3,92 milioni)
8. Luciano Gobbi dg Pirelli 8.044.000 (di cui 6.360.000 indennità per la risoluzione del rapporto di lavoro)
9. Fausto Marchionni ad Fondiaria-Sai 7.181.000
10. Drago Cerchiari ad Sorin fino al 24 maggio 2007 7.141.000 (include indennità speciali di fine rapporto)
11. Luca Cordero di Montezemolo p Fiat e Ferrari 7.073.000, c Tod’s 24.700, c Poltrona Frau 10.000, c Indesit fino al 2 maggio 2007 5.330 TOTALE 7.112.330
12. Sergio Marchionne ad Fiat 6.906.100
13. Marco Tronchetti Provera p Camfin 195.567, p Pirelli e p Pirelli Re 5.951.000 TOTALE 6.146.000
14. Carlo Puri Negri vp Camfin 96.723, vp Pirelli 370.000, vp e ad Pirelli Re Pirelli 5.565.000, c Telecom Italia fino al 25 ottobre 2007 95.000 TOTALE 6.126.000
15. Giampiero Auletta Armenise ad Ubi banca ed ex ad Bpu TOTALE 5.700.000
16. Antoine Bernheim p Generali 4.835.009, c Mediobanca 398.000, vp cds Intesa Sanpaolo 358.000, vp Alleanza 82.044 TOTALE 5.673.053
17. Giampiero Pesenti p Italmobiliare 1.032.350, p Italcementi e controllate 4.455.000, c Pirelli 70.000, c Mittel 10.000 TOTALE 5.567.350
18. Francesco Caltagirone p Cementir Holding 5.155.000
19. Jonella Ligresti vp Premafin e p Fondiaria-Sai 4.629.502, c Mediobanca 398.000, c Rcs 19.000 TOTALE 5.046.000
20. Ezio Paolo Reggia ad Cattolica fino al 12 giugno 2007 4.893.151
21. Luigi Zunino p e ad Risanamento 4.790.000
22. Adolfo Bizzocchi dg Credem 4.725.000
23. Gioacchino Paolo Ligresti vp Premafin, c Fondiaria-Sai, vp Milano, p Immobiliare Lombarda 4.610.000, c Impregilo 13.288 TOTALE 4.623.288
24. Giulia Ligresti p Premafin, vp Fondiaria-Sai 4.410.000 c Pirelli 50.000, c Telecom Italia Media 60.000 TOTALE 4.520.000
25. Pier Francesco Guarguaglini p e ad Finmeccanica 4.230.000
26. Alberto Lina ad e dg Impregilo fino al 13 luglio 2007 3.761.000, vp Sirti fino al 16 novembre 2007 115.500 TOTALE 3.876.500
27. Tiberto Ruy Brandolini d’Adda vp Ifil, c Fiat e cariche in società controllate 426.000, p e dg Sequana Capital 3.360.000 TOTALE 3.786.000
28. Giovanni Perissinotto ad e dg Generali 3.524.851, cdg Intesa Sanpaolo 150.000, c Pirelli 50.000 TOTALE 3.724.851
29. Sergio Balbinot ad e dg Generali 3.662.000
30. Francesco Trapani ad Bulgari 3.612.000
31. Giovanni Castellucci ad e dg Atlantia e ad Autostrade per l’Italia 3.440.140, vp Impregilo 83.064 TOTALE 3.523.140
32. Corrado Passera ad e dg Intesa Sanpaolo 3.503.000, c Rcs 19.000 TOTALE 3.522.000
33. Pietro Modiano dg vicario Intesa Sanpaolo 3.505.000
34. Maurizio Costa vp e ad Mondadori 3.330.800
35. Fedele Confalonieri p Mediaset 3.305.000
36. Vittorio Merloni p Indesit 3.253.000, c Telecom Italia fino al 16 aprile 2007 34.000 TOTALE 3.287.000
37. Fulvio Conti ad e dg Enel 3.102.582
38. Umberto Quadrino ad Edison 3.042.000
39. Corrado Faissola ad ex Banca Lombarda e vp Ubi banca 3.033.000
40. Alberto Nagel dg Mediobanca 3.000.000
41. Nereo Dacci ad Banco di Desio e cariche in controllate 2.986.573
42. Paolo Scaroni ad e dg Eni 2.785.000, c Generali dal 28 aprile 2007 105.850 TOTALE 2.890.850
43. Enrico Marchi p Save 2.855.027
44. Antonio Talarico ad e dg Immobiliare Lombarda, vp Fondiaria-Sai, c Milano TOTALE 2.827.615
45. Giorgio Zappa dg Finmeccanica 2.751.000
46. Roberto Tunioli vp e ad Datalogic 2.624.000, c Interpump 55.000 TOTALE 2.674.000
47. Roberto Cera c Atlantia 55.000, consulenze per il gruppo allo studio legale Bonelli Erede Pappalardo di cui è socio 2.611.264 TOTALE 2.666.264
48. Andrea Guerra ad Luxottica 2.602.000, c Parmalat 36.000 TOTALE 2.638.000
49. Aureliano Benedetti p Cassa risparmio Firenze 2.633.200
50. Massimo Moratti ad Saras 2.536.000, c Pirelli 50.000, c Telecom Italia fino al 16 aprile 2007 34.000 TOTALE 2.620.000
51. Carlo Pesenti c e dg Italmobiliare 2.542.440, c Rcs 38.000 TOTALE 2.580.440
52. Gian Marco Moratti p Saras 2.536.000
53. Francesco Micheli dg Intesa Sanpaolo 2.503.000
54. Emilio Zanetti p ex Bpu e p cdg Ubi banca 2.421.000
55. Marco Sala dg Lottomatica 2.401.851
56. Giuliano Adreani ad Mediaset 2.376.270
57. Jean-Claude Blanc ad e dg Fc Juventus 2.374.000
58. Giuliano Zuccoli p e ad Aem 1.378.996, p Edison 806.000, c Credito Valtellinese 171.000 TOTALE 2.355.996
59. Pier Giorgio Romiti ad e dg Gemina fino al 7 maggio 2007 2.351.912
60. Fabio Innocenzi ad ex Bpvn e Banco Popolare 2.286.000, vp Banca Italease fino all’8 settembre 2007 45.000 TOTALE 2.331.000
61. Antonio Vigni dg Banca Mps 2.325.650
62. Claudio De Conto dg Pirelli 2.279.000, c Rcs 19.000 TOTALE 2.298.000
63. Vittorio Tabacchi p Safilo 2.285.000
64. Vittorio Di Paola p Astaldi 2.209.885 (oltre ad azioni gratuite per 904.993 euro)
65. Gabriele Del Torchio ad Ducati da maggio 2007 2.187.000
66. Franzo Grande Stevens c Ifi e Ifil 7.000, prestazioni professionali a Ifil e Fiat per 2.150.000, c Campari 12.500 TOTALE 2.169.500
67. Federico Minoli p e ad Ducati fino al 21 maggio 2007 2.150.921
68. Gianluigi Gabetti p Ifil e c Ifi 1.785.000, c Mediobanca 353.000 TOTALE 2.138.000
69. Giovanni Battista Mazzucchelli dg Cattolica dal 1° maggio 2007 2.038.794
70. Maurizio Monteverdi ad Gabetti 2.022.863
71. Antonio Perricone ad e dg Rcs 2.000.000
72. Carlo Barel di Sant’Albano ad e dg Ifil 1.993.000
73. Marco Milani ad Indesit 1.961.149
74. Dieter Rampl p Unicredit 1.567.000, c Mediobanca 342.000 TOTALE 1.909.000
75. Roberto Colaninno p Immsi 467.178, p e ad Piaggio 1.040.000, c Mediobanca 366.000 TOTALE 1.883.178
76. Bruce Turner ad Lottomatica 1.879.319
77. Enrico Parazzini dg Telecom Italia e presidente T.I Media 1.869.000
78. Claudio Gottardi ad Safilo 1.863.000
79. Domenico Bosatelli p Gewiss 1.818.000
80. Ugo Ruffolo ad e dg Alleanza 1.800.000
81. Lino Moscatelli dg Cassa risparmio Firenze 1.781.768
82. Guido Leoni ad Banca popolare Emilia-Romagna 1.668.000, vp Meliorbanca 100.000 TOTALE 1.768.000
83. Luigi Francavilla vp Luxottica 1.753.245
84. Carlo Salvatori ad Unipol 1.752.000
85. Cesare Romiti p Impregilo fino al 3 maggio 2007 1.717.000 (di cui 1.275.000 indennità di fine carica)
86. Vincenzo Visone ad Campari fino al 24 aprile 2007 1.646.044
87. Valerio Battista ad Prysmian 1.643.914
88. Giuseppe Grassano dg Banca popolare Intra fino al 29 aprile 2007 1.630.000
89. Roberto Chemello c esecutivo Luxottica 1.629.000
90. Andrea Riffeser Monti p e ad Monrif, vp e ad Poligrafici editoriale 1.628.640
91. Carmine Lamanda dg Capitalia fino al 30 settembre 2007 1.606.000
92. Rodolfo De Benedetti c Cofide 117.000, ad e dg Cir 1.486.000 TOTALE 1.603.000
93. Luciano Benetton p Benetton 1.600.000
94. Luca Majocchi ad Seat pg 1.570.000
95. Stefano Cao dg Eni 1.487.000, c Telecom Italia 107.000 TOTALE 1.594.000
96. Marco Giovannini p e ad Guala Closures 1.526.000, c Ducati 21.575 TOTALE 1.547.575
97. Leonardo Del Vecchio p Luxottica 1.357.546, c Generali 101.850, p Beni Stabili fino al 27 giugno 2007 72.000 TOTALE 1.531.396
98. Olivier De Poulpiquet c e dg Investment Pirelli Re 1.544.179
99. Mario Ciliberto c esecutivo Cementir Holding 1.507.000
100. Pietro Giuliani p e ad Azimut Holding 1.490.000

 

 

 

 

 

 

 

(Uno notizie Roma)

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...