Il prezzo del petrolio al barile è sceso da 147 dollari al barile a 128,8. Vi è stata dunque una diminuzione di 18,2 dollari al barile pari al 12,38% del prezzo del petrolio, nonostante ciò non vi è stata un'analoga diminuzione del prezzo della benzina, che avrebbe dovuto diminuire di 0,19 euro al libro. Perché? 
A fronte di una crescita del prezzo del petrolio corrisponde sempre un aumento dei costi dei beni di prima necessità, ma non avviene il contrario e questo nonostante il Governo abbia più volte sostenuto che il prezzo è alto a causa delle speculazioni.
Poiché il crescente prezzo dei carburanti è la causa principale dell’inflazione, del calo dei consumi e della perdita del potere d’acquisto delle famiglie, la COSNIL si appella al Governo affinché dia un segnale di vicinanza al popolo che non ce la fa più.

Si verifichino e, qualora emergessero, si colpiscano i cartelli tra i petrolieri, venga dato un segnale attraverso l’ENI, azienda dello Stato, affinché almeno questa diminuisca subito di 2 centesimi al litro il prezzo dei carburanti e tagli almeno qualcuna delle anacronistiche tasse che paghiamo per eventi spesso lontanissimi nel tempo:
1,9 lire al litro per le spese della guerra d’Abissinia del 1935;
14 lire per la crisi del canale di Suez del 1956;
10 lire per il disastro del Vajont del 1963;
altrettante per l’alluvione di Firenze del 1966;
10 lire per il terremoto del Belice del 1968;
99 per quello del Friuli;
75 per quello dell’Irpinia del 1980;
205 per il Libano del 1983;
22 per la Bosnia del 1996;
2 centesimi di euro per il CCNL degli autoferrotranvieri del 2004.
 
Per ulteriori 486 lire pari a 25 centesimi che diventano 30 perché ci paghiamo anche l’IVA … Caro Governo non basta predicare bene, bisogna anche razzolare di conseguenza e pertanto, se non tutte, almeno le tasse relative al secolo scorso sarebbe opportuno abolirle dando così nuovamente vigore ai trasporti, al commercio ed ai redditi degli italiani.

Filippo Ortenzi
Segretario Confederale COSNIL
 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Martedì Grasso, ultimo giorno di Carnevale: eventi e golosità nella Viterbo Sotterranea

Martedì Grasso: cultura e golosità nella Viterbo Sotterranea con incredibili scherzi e...

Viterbo Sotterranea questa sera alle ore 19 a Studio Aperto su Italia Uno

Nella foto, durante le riprese, il fondatore di Viterbo Sotterranea  Sergio CesariniQuesta...

LA MAFIA CHE AVANZA / ad Ostia, Tarquinia, Montalto di Castro e Viterbo crescono riciclaggio e infiltrazioni mafiose

Ultime news - Unonotizie.it - Le infiltrazioni mafiose nel Lazio sono un fenomeno in continua...

DOBBIAMO MOLLARE ? / rileggiamo l'ultimo articolo scritto dall'encomiabile Luigi Daga sul periodico Tarquinia Città

A seguire l'articolo scritto 10 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

''LA MAFIA A VITERBO, UNA CITTA' SOTTO ASSEDIO'' / libro, da rileggere, di Daniele Camilli

Libri: La Mafia a Viterbo, una città sotto assedio. Ultime notizie Viterbo - UnoNotizie.it -...

San Faustino, il 15 febbraio festa dei single a Viterbo Sotterranea

San Faustino è la festa di tutti i single, in contrapposizione con San Valentino, la...

TARQUINIA, SAN GIORGIO SOS / la storia distrutta nel silenzio di sindaco e Soprintendenza

Quello che potrebbe essere l’insediamento dell’antica Rapinium, sorta nei pressi della...

CARDINAL RAGONESI, VITERBO / scambio di auguri nella bellissima cappella della nota scuola di Viterbo

Scambio di auguri al Liceo Scientifico Paritario Cardinal Ragonesi di Viterbo e celebrazione della...