Rai 2 TV: Annozero, Michele Santoro per ora non lascia, ultime notizie - Dopo tante battaglie Michele Santoro potrebbe deporre momentaneamente le armi, a seguito della notizia che vorrebbe il noto conduttore di Annozero lasciare trasmissione e RAI come dipendente.

Ufficialmente si sa che Santoro e RAI potrebbero interrompere gli attuali rapporti per nuovi progetti e collaborazioni che dovrebbero vedere il giornalista impegnato, nei prossimi tre anni, nella realizzazione di documentari.
Comunque, fin tanto che l'accordo non sarà firmato, Michele Santoro ha deciso di non lasciare dichiarazioni tranne un intervento in diretta Rai su Annozero.
Solo dopo un eventuale firma probabilmente chiarirà le motivazioni alla base della decisione.
L'unica cosa che si sa, al momento, è che non si tratterebbe di un vero e proprio addio.
Michele Santoro, infatti, lascierebbe l'azienda come dipendente, ma a tutti gli effetti ne rimarrebbe parte integrante come sperimentatore di nuovi programmi.
In apparenza, dietro la scelta di chiudere col passato, sembra esserci la volontà di provarsi in nuove sfide professionali, ma certo che la notizia desta stupore.
In verità, nell'ambiente si dice che il giornalista pensasse da tempo a lasciare la RAI come conduttore, stanco probabilmente delle infinite polemiche che sempre circondano i suoi programmi d'inchiesta.

Inchieste giornalistiche di Annozero che danno fastidio a chi non vuole far sapere.

Intanto anche Beppe Grillo interviene nel suo blog  beppegrillo.it sottolineando che se Michele Santoro non andasse più in onda non ci sarebbe più motivo di pagare il canone. " Pagare per Bruno Vespa o Minzolini è un delitto contro l'intelligenza umana. Milena Gabanelli quando uscirà spenga la luce", scrive Grillo
.





- Uno Notizie Italia - ultime news Roma -

Commenti

Sono solidale con MICHELE Santoro. è un grande giornalista scomodo per la RAI occupata militarmente dalla politica. Trattenetelo nell´Azienda se ne siete capaci perché é una grande risorsa unita ad una ventata di libertà.
commento inviato il 21/05/2010 alle 2:20 da anselmo quattromani  
Disdirò il mio abbonamento con la RAI. Toglierò tutte le mie antenne, manderò al macero ogni mio apparecchio via etere perchè ormai l´informazione pubblica e privata va solo in un senso. Sono riusciti a farmi vergognare d´essere italiano. Se non fossi ormai ultra sessantenne me ne andrei benchè innamorato della mia terra natale. Sono disgustato e affranto.
commento inviato il 21/05/2010 alle 3:30 da Giovanni Carloni  
ho pagato l´abbonamento rai solo x vedere annozero ballaro´ e reporter che ritengo a mio avviso le sole trasmissioni di informazione degne di essere chiamate tali annozero dal prossimo anno forse non ci sara´ piu´ e quanto incidera´ sull´informazione il nuovo disegno di legge che sta per essere approvato e´ uno schifo auguri al popolo italiano
commento inviato il 22/05/2010 alle 0:37 da valter giovannuzzi  
Ho provato una infinita tristezza riflettendo sul possibile abbandono di Santoro. Una delle poche trasmissioni che facevano e speriamo faranno, informazione, la migliore per capacità vera di mostrare i problemi veri. Le informazioni erano e rimangono purtroppo vere, un ruolo insostituibile quello di Annozero, nato dalla volontà di persone preparate e responsabili, oltre a Michele, Travaglio e tutta la redazione. Ho pensato che se Santoro smetterà di dare informazioni, allora il passo verso la fine della democrazia, sarebbe completo. Le leggi per agire male, malissimo, ai danni degli italiani, le hanno fatte, e soprattutto quelle per rimanere impuniti, mancava solo il passaggio della chiusura totale dell´informazione e del confronto. Rimarrebbe tanta programmazione degna del quarto stato di Orwell,con tante veline, rimarebbe solo la paura di essere condannati da una classe politica senza scrupoli che macina vite, condannati al buio.
commento inviato il 22/05/2010 alle 0:46 da maria  
Grazie Santoro di toglierti dai maroni... Visto che fai il comunista dai la tua liquidazione agli operai in cassintegrazione. Per quelli che ti compatiscono possono possono togliersi dalle palle anche loro
commento inviato il 22/05/2010 alle 1:26 da Artur  
D´accordissssimo (con 4 s) con Maria,Santoro fa bene a fare e ha fatto bene a fare cio´ che fa e che faceva.I soldi non devono essere il problema e possono essere la soluzione.Chi parla di miseria e disoccupazione sembra non sapere che dietro a questo c´è un problema di potere da parte di chi si è comprato (con tutti i soldi a disposizione )tutto il sistema mediatico italiano e adesso è all´incasso del potere che ne consegue.Se un giornalista dissenziente riesce a ricavarne soldi (e quindi potere) da utilizzare per costruire nuovi canali di comunicazione che diano spazio a nuove voci , sappiano ,i falsi moralisti che raffrontano Santoro con i disoccupati,che in un sistema di potere basato sul danaro che l´unico sistema per potersi confrontare con il potere gestito dal danaro è il danaro stesso . Sarà evidentemente , anche se può sembrare assurdo , solo attraverso nuovi sistemi di comunicazione (soldi)che si verranno a conoscere e considerare politic
commento inviato il 22/05/2010 alle 9:26 da marco  
Mi sorprende l´indignazione espressa dagli ospiti di parte di programmi di approfondimento tipo L´ultima parola, sul fatto dell´ingente liquidazione a Santoro. Quello che dovrebbe indignare e´ che la liberta` d´informazione, tanto detestata e temuta da Berlusconi e dai suoi tirapiedi, e´ stata violata e per sigillare questa violazione Berlusconi ancora una volta e´ riuscito a farlo coi soldi dei contribuenti. La RAI e´ ormai appannaggio esclusivo di baciapile e leccaculo. Ci manca solo piu´ Fede
commento inviato il 22/05/2010 alle 0:05 da distante  
Caro fratello Santoro, appena sauto che te ne saresti andato, dere che ci son rimasto malissimo e mi sono ance incazzato un tantino. Primo perchè seguo la trasmissione da anni come unico momento di televisione intelligente, giusta, che mi informa e fa parlare tutti gli invisibili e gli ammutoliti di questo assurdo regime berlusconiano. Secondo perchè se davvero ci dicevi arrivederci e grazie per andarti a godere i quattrini chissa´ dove, avresti ovviamente fatto un atto di offesa verso tutti quei milioni di spettatori che ti seguono e che hanno una parte dei meriti del tuo successo. Volevo una spiegazione e subito. Ce l´hai data ed è piu´ che soddisfacente. Hai ragione al 1000 x 1000 A me basta che continui a fare il tuo lavoro sia in rai o da un´altra parte. Lasciare la lotta lo vivrei come un tradimento, un volersi scrollare di dosso le tue responsabilita´. Hai fatto bene a sputtanare quei coglioni del pd. Grazie Michele
commento inviato il 22/05/2010 alle 0:29 da federico fauci  
Basta con ´sta storia della liquidazioneAnch´io ho tirato la carretta e non ho mai visto numeri simili,tanto più adesso che sono in pensione,ma non c´è argomento fra quelli addotti sino ad ora che mi abbia convinto. Vedo squallide carriere e professionalità inesistenti retribuite e liquidate con cifre astronomiche,per non parlare del mondo politico e di certi settori dello sport,ma questo è il mio punto di vista,dato che tante persone seguono e apprezzano tali personaggi.Le mie serate hanno avuto e avranno significato anche senza Santoro(più di una volta ho preferito un film in una sala cinematografica proprio di giovedì),eppure sento che mi mancherà qualcosa non solo in nome della cosiddetta pluralità,ma anche perché le sue trasmissioni mi fanno riflettere,mi permettono di entrare in teste diverse dalla mia e scegliere,criticando ciò che non mi convince o condividendo.Santoro completa e arricchisce l´informazione,anche se faziosa,ma io -e sono in buona comp
commento inviato il 22/05/2010 alle 1:09 da Carla Augelli  
certo che se non ci dovesse esserci più santoro, il canone per manzolini vespa e tant´altri che non valgono inutile pagarlo, manzolini ha detto ad alcune di non sputare nel piatto dove mangiano, vi assicuro che megli morire di fame che vedere certi attrezzi in tv
commento inviato il 23/05/2010 alle 8:49 da giopetral  
Quando politici e giornalisti si permettono di denigrare un SAVIANO è chiaro che non potrà esserci verità nell´informazione della RAI e che è peggio non si alza un coro di vera indignazione a tali affermazioni si intuisce che non c´è volontà di confinare tali espressioni di pensiero a misero consenso verso quella parte di società da eliminare dalla buona civiltà .Per la trasmissione ANNOZERO trasmessa dalla politicizzata RAI2 era da aspettarsi la fine,mettono il bavaglio a qualsiasi informazione che non sia ciò che loro vogliono che i cittadini sappiano, come il netto divieto alle intercettazioni.Solo misere scuse quelle che Santoro percepisce un alto compenso, è solo per fare indignare il pubblico che combatte la disoccupazione.E quanto incassa la RAI con la pubblicità inserita in ANNOZERO Cosa possiamo fare noi che siamo assetati di buon giornalismo indipendente e coraggioso di affrontare la censura politica
commento inviato il 24/05/2010 alle 2:10 da ANGELA  
Michele la rai che vuoi tu e quella di una dittatura di sinistra, se a lei Travaglio Ruotolo Giulia, Vauro l´Italia non piace andatevene fuori dai C...... tanto con la sua fiction del giovedi non cabiera mai nulla.
commento inviato il 25/05/2010 alle 1:02 da Ana Aguero Vargas  
e se va via Santoro chi farà informazione alla Rai
commento inviato il 26/05/2010 alle 9:33 da bruno  
Santoro faccia la sua propaganda a sue spese. Siamo stanchi dei suoi Pseudo Tribunali del popolo Le sue trasmissioni sono un incubo : la scenografia nel buio , la sua voce e il tono da giudice ,i servizi giornalistici che pescano sempre nel torbido che rappresentano un´Italia sporca ,governata da gente di malaffare,non uno spiraglio di luce, non una speranza di vita serena,onesta,produttiva,felice..... Alla fine della sua recita Santoro ci lascia solo una grande angoscia. Se ne vada dalla Rai ,sia generoso una sola volta nella sua vitaAlla sua vergognosa liquidazione aggiungerei anche qualche Euro della mia misera pensione di professoressa pur di non vederlo o sentirlo mai più
commento inviato il 29/05/2010 alle 0:10 da Nuvoletta  
bravi ragà guardiamo le veline,i plastici e le ricette del tg1. una volta tutto questo si chiamava deficienza,ora si chiama ottimismo.
commento inviato il 29/05/2010 alle 7:08 da diva  
add
add

Altre News Spettacolo

Viterbo Sotterranea, “Speciale EMusic”, viaggio internazionale tra arte e scienza

"Viterbo Sotterranea" dove è stato realizzato il 1° cd registrato, al mondo, da un gruppo di...

VITERBO, CINEMA LUX / chiude in bellezza il Festival Sociale

Ultime news Viterbo - UnoNotizie.it - Al Cinema Lux di Viterbo in Viale Trento nel mese di novembre...

CARBOGNANO, TEATRO BIANCONI / grande successo per "La matematica dell'amore" con Michele La Ginestra e Edy Angelillo

Non volava una mosca, domenica Pm,  17 Novembre, a Carbognano,  al Teatro Bianconi, alla...

FONDAZIONE MUSICA PER ROMA / oltre 100.000 spettatori all’Auditorium Parco della Musica e Casa del Jazz

Dopo il primo anno di gestione della Casa del jazz da parte della Fondazione Musica per Roma, la...

SOVANA IN ARTE / al via l’undicesima stagione della rassegna “Sovana in Arte” a Palazzo Bourbon del Monte

Ultime news - Unonotizie.it - Nella magnifica “Città di Sovana”, splendido borgo medievale che...

SANREMO 2019 / gli ascolti e la classifica parziale della terza serata del Festival di Sanremo 2019

Ultime news - Unonotizie.it - Sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share, gli spettatori...

FESTIVAL SANREMO 2019 / la classifica parziale della seconda serata di Sanremo 2019

Ultime news - UnoNotizie.it - Quali sono stati i pareri espressi questa sera dalla Giuria della...

SANREMO 2019, PRIMA SERATA/ il Festival di Sanremo 2019 parte con il 49.5% di share, ascolti in calo

Ultime news - unoNotizie.it - La prima serata del Festival di Sanremo 2019, il secondo targato...