La vita coniugale del Rinascimento verrà rievocata a Firenze alla Galleria dell’Accademia e al Museo Horne a partire dal prossimo 8 giugno. Oltre 40 tavole del Quattrocento, nate come parti di sontuosi arredi – cassoni, spalliere, letti – delle case fiorentine e provenienti da prestigiosi musei esteri ed italiani, potranno essere ammirate fino al 1 novembre. Queste tavole erano destinate ad arredare soprattutto la camera degli sposi e servivano a trasmettere messaggi di monito e incitamento verso una condotta ritenuta esemplare per la coppia, a dimostrazione che all’epoca l’amore dovesse sottostare a regole sociali più che sentimentali.




La mostra, prende spunto dal cosiddetto ‘Cassone Adimari’, una grande spalliera raffigurante un ballo rinascimentale e dipinta dal fratello di Masaccio, Giovanni di Ser Giovanni detto lo Scheggia
.

I cassoni, poiché venivano in genere tenuti addossati alle pareti, avevano solo tre lati decorati. Rarissimi sono quelli interi giunti fino a noi e fra questi è esposto in mostra quello raffigurante il Palio di San Giovanni, dipinto da Giovanni Toscani, del Museo Nazionale del Bargello.

I temi solitamente raffiguravano testi biblici, episodi storici e opere di autori quali  Petrarca e Boccaccio. Ispirata al Decamerone è ad esempio la storia di Griselda, simboleggiante  la virtù dell’obbedienza e dell’abnegazione e illustrata da Pesellino nelle tavole provenienti dall’Accademia Carrara di Bergamo.

L’usanza voleva che i cassoni, destinati a custodire i beni di famiglia, fossero commissionati a coppie, con una decorazione unitaria. A tal proposito, da citare sono i cassoni con le Storie di Ulisse (Cracovia, Castello di Wavel) che, come in un libro a fumetti, illustrano le avventure del re di Itaca.

Una sezione della mostra con opere provenienti da collezioni private è allestita al Museo Horne


Laura Pagnini




- Uno Notizie, Firenze - Ultime news arte pittura Toscana

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...