A chiusura del «Messina Jazz Festival», un ricco cartellone musicale patrocinato dalla provincia regionale peloritana con l’organizzazione e direzione artistica di Roberta Marchese, che ha interessato il capoluogo durante tutta la stagione estiva, non poteva mancare la chicca rappresentata dalla superba prestazione di Gino Paoli con l’interpretare nell’ambito della serata dal titolo «Un incontro di Jazz» i suoi successi in chiave cadenzata.

Gino Paoli Jazz festival MessinaDopo il saluto del Presidente della provincia Gustavo Ricevuto, il quale ha definito l’evento come l’ultimo dei grandi successi caratterizzanti l’iniziativa ed ha ringraziato quanti hanno contribuito alla sua realizzazione, il cantautore genovese ha mandato in visibilio il pubblico, che ha gremito la piazza Antonello in ogni ordine e grado, offrendo un rifacimento jazzistico dei famosissimi brani come “La gatta”, “Senza fine”, “Che cosa c’è”, “Il cielo in una stanza”, “Time after time” e “I fall in love too easily” grazie all’apporto di un quartetto di straordinario valore formato da Roberto Gatto alla batteria, Flavio Boltro alla tromba, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Danilo Rea al pianoforte.

Grazie ai virtuosismi di costoro Gino Paoli ha fornito un’impronta così inedita alle sue canzoni da incontrare l’intenso gradimento degli astanti. A conclusione del concerto ha concesso il bis cantando “Una lunga storia d’amore”. Non essendo stato possibile intervistarlo, perché è andato subito via, si è avuta tuttavia la possibilità di parlare con la band: Danilo Rea, pianista dall’età di sedici anni, sostiene che la musica jazz è l’unico ritmo contemporaneo resistente a tutte le tendenze, che si manifestano nelle varie epoche: non a caso l’idillio con Gino Paoli è espressione di una scuola nata molti anni fa. Rosario Bonaccorso al contrabbasso vede nei ritmi dell’improvvisazione una delle poche musiche in evoluzione senza fini commerciali. Ciascun componente di un’orchestra destina il proprio contributo alla riuscita del brano rendendolo universalmente famoso.

La Sicilia è una terra rigogliosa di jazz, essendo stata una delle tre fonti d’ispirazione insieme alle cadenze africane ed alle melodie ebreo-russe del genere musicale. Il batterista Roberto Gatto sottolinea l’importanza del suo strumento nella sezione ritmica, perché segna il tempo: talvolta il batterista non è visto di buon occhio data l’enorme produzione di massa musicale, ma se gestisce sapientemente i tempi, può risultare determinante ai fini del successo. Scrittore di testi musicali, Roberto Gatto, oltre a ricoprire l’incarico di insegnante al Conservatorio di S. Cecilia a Roma, partirà nel prossimo inverno per un tour musicale a Shangai ed a New York, alla fine del quale inciderà un album di brani inediti.

Gino Paoli Jazz festival messinaPer il maestro Giovanni Mazzarino il motivo jazz è espressione di libertà, pur osservando le regole della musica. La gente applaude a quelle vibrazioni capaci di fornirle un messaggio. Chi suona, non fa altro che godere di ciò che realizza e dell’instaurato feedback con il pubblico. Il futuro jazzistico siciliano dipende dall’opportunità che la politica può dare: per realizzare ciò, occorre una classe politica illuminata in grado di vedere negli eventi musicali un veicolo di progresso, turismo e cultura per il proprio territorio. Flavio Boltro definisce la tromba uno strumento dalle emozioni forti, dotato di una sonorità che colpisce subito: infatti cerca di trasmettere al pubblico tutte le buone sensazioni possibili originate dal proprio animo.

Essendo il jazz un modo per comunicare, il suo approccio è avvenuto per gratificare il padre, che suonava con i grandi esponenti italiani, come Fred Buscaglione ed altri. Fedele sostenitore alle sue scansioni, egli è fermamente convinto che il jazz avrà un’esistenza eterna conquistando oggigiorno sempre più largo consenso specialmente fra i giovani.


  Rodrigo Foti

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Spettacolo

Viterbo Sotterranea, “Speciale EMusic”, viaggio internazionale tra arte e scienza

"Viterbo Sotterranea" dove è stato realizzato il 1° cd registrato, al mondo, da un gruppo di...

VITERBO, CINEMA LUX / chiude in bellezza il Festival Sociale

Ultime news Viterbo - UnoNotizie.it - Al Cinema Lux di Viterbo in Viale Trento nel mese di novembre...

CARBOGNANO, TEATRO BIANCONI / grande successo per "La matematica dell'amore" con Michele La Ginestra e Edy Angelillo

Non volava una mosca, domenica Pm,  17 Novembre, a Carbognano,  al Teatro Bianconi, alla...

FONDAZIONE MUSICA PER ROMA / oltre 100.000 spettatori all’Auditorium Parco della Musica e Casa del Jazz

Dopo il primo anno di gestione della Casa del jazz da parte della Fondazione Musica per Roma, la...

SOVANA IN ARTE / al via l’undicesima stagione della rassegna “Sovana in Arte” a Palazzo Bourbon del Monte

Ultime news - Unonotizie.it - Nella magnifica “Città di Sovana”, splendido borgo medievale che...

SANREMO 2019 / gli ascolti e la classifica parziale della terza serata del Festival di Sanremo 2019

Ultime news - Unonotizie.it - Sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share, gli spettatori...

FESTIVAL SANREMO 2019 / la classifica parziale della seconda serata di Sanremo 2019

Ultime news - UnoNotizie.it - Quali sono stati i pareri espressi questa sera dalla Giuria della...

SANREMO 2019, PRIMA SERATA/ il Festival di Sanremo 2019 parte con il 49.5% di share, ascolti in calo

Ultime news - unoNotizie.it - La prima serata del Festival di Sanremo 2019, il secondo targato...