Prenderà il via giovedì 30 settembre la seconda edizione de “L’Infinito Festival” la manifestazione di Spazio Cultura organizzata in collaborazione con il Comune di Recanati, Amat e con il contributo di Blue Box.
 
Anche quest’anno la rassegna, che ha avuto un preludio estivo, si propone di offrire al pubblico un ventaglio di occasioni per discutere di arte, scienza, filosofia e spiritualità in nome di quello che il direttore artistico del Festival Antonio Perticarini e l’assessore Andrea Marinelli, ritengono essere un principio irrinunciabile: quello della contaminazione tra culture e generi.
 
Un festival insomma che procede in modo completamente opposto alle tendenze attuali che vedono festival sempre più di nicchia: L’Infinito Festival è un insieme di esperienze, un insieme di incontri di dibattiti, di discussioni e di pensieri che, proprio perché tali, si evolvono nel tempo. Non per niente la manifestazione è nata ispirandosi a lo Zibaldone, l’opera in cui Leopardi dimostra la vera evoluzione del suo sentire attraverso la stesura di riflessioni sui temi più vari della vita.
 
L’edizione di quest’anno, che si propone di bissare il successo di quella del 2009 e delle sue 8.000 presenze, prenderà il via giovedì 30 settembre alle 21.00 con la prima di una serie di incontri dedicati all’osservazione delle stelle dal Colle dell’Infinito. Il programma, che si riproporrà anche venerdì, sabato e domenica, prevede, prima della vera e propria osservazione della volta celeste con i telescopi piazzati per l’occasione, la proiezione di immagini a cura del Gruppo Astrofili Recanatesi coordinati da Michele Guzzini e Lorenzo Cappella, commentate dal Prof. Angeletti dell’Università di Camerino.
 
Vero fiore all’occhiello, e novità fondamentale di questa seconda edizione, sarà la Fiera dell’Editoria Marchigiana, organizzata in collaborazione con AREM che verrà inaugurata sabato pomeriggio alle 15. Sono già oltre quindici le case editrici che hanno aderito all’iniziativa che punta molto alla valorizzazione dei prodotti editoriali “made in Marche” spesso poco conosciuti in ambito locale ma molto apprezzati fuori dai nostri confini. La Fiera si terrà nella Chiesa di San Vito e sarà aperta al pubblico sabato dalle 15 alle 23 e domenica dalle 10 alle 21.
 
Venerdì i riflettori saranno puntati su la Compagnia Damadakà che, al Teatro Persiani (ore 21.30) proporrà uno spettacolo coinvolgente dedicato al vasto repertorio della musica tradizionale del Sud Italia: i sei ballerini e gli undici strumenti utilizzati dai musicisti daranno vita ad una serata indimenticabile.
 
Sabato protagonista assoluta sarà la musica classica. Primo degli appuntamenti quello con il concerto del soprano Francesca Ruospo  accompagnata al pianoforte dal maestro Davide Dellisanti, alla Chiesa di San Domenico (ore 19).
Secondo appuntamento a Teatro Persiani (ore 21,30) con “Il poeta del pianoforte”, uno spettacolo di musica, teatro e danza portato in scena dalla Compagnia Douville dedicato alla figura di Chopin di cui quest’anno si celebrano il duecento anni della nascita.
 
Domenica giornata dedicata completamente agli incontri con autori ed editori nella Chiesa di San Vito. Un calendario già fitto che si arricchirà di nuovi appuntamenti in questi giorni di attesa. Per ora sono già in programma gli incontri con Tiziano Vita (ore 11), Lucia Tancredi (ore 16), Paolo Cicchini con la sua conferenza sul tema “Alle radici dell’immaginario” (ore 17), Valentina Conti e Massimo Canalini (ore 18).
 
Per tutta la durata del Festival sarà aperta la mostra “Umani silenzi” con le opere dei pittori Angela Occhipinti e William Xerra (Villa Colloredo Mels).
 
L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.
 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...