Turismo nella Tuscia: dopo Visituscia e Btsa molti Tour operator organizzano viaggi nella Tuscia  Dopo i molti apprezzamenti da parte degli organizzatori (enti pubblici-privati) e degli operatori locali della domanda e della offerta partecipanti alle ultime edizioni di Visituscia e BTSA, cominciano ad arrivare anche i risultati: infatti, anche se da poco tempo si sono svolte le iniziative, la ricaduta è a dir poco eccezionale.

Da un’indagine svolta presso i tour operator partecipanti circa il 50% ha inserito nella propria programmazione la Tuscia e proprio in questi giorni stanno arrivando, non solo le prenotazioni dei pacchetti presentati al Workshop, ma anche i primi gruppi con prenotazioni che riguardano il prodotto culturale e quello eno-gastronomico con la novità di visite e shopping all’interno dei centri commerciali naturali.

Proprio questo weekend alcuni gruppi programmati da importanti tour operator nazionali visiteranno Viterbo e Bolsena come prodotto culturale, ma anche con attenzione particolare alle tradizioni e produzioni tipiche locali. Tale scelta deriva da una grande campagna di comunicazione attuata in occasione del Visituscia 2010 con la spedizione, tra l’altro, di un catalogo di pacchetti turistici presentati dai Centri Commerciali Naturali sviluppati dal CAT sviluppo impresa della Confesercenti provincia di Viterbo e spediti attraverso ‘Quotidiano Travel’, uno dei più importanti quotidiani del turismo a 5000 agenzie di viaggio in Italia.

“Questo conferma -  sottolinea Vincenzo Peparello, responsabile Marketing delle due manifestazioni – come il tipo di iniziativa scelta a livello locale risulti la formula da perseguire in un’ottica di sviluppo condiviso attraverso la programmazione negoziata dalla quale il marketing territoriale non può prescindere; le due manifestazioni rientrano in un virtuoso progetto integrato pubblico – privato (provincia di Viterbo, camera di commercio di Viterbo, comune capoluogo, regione Lazio e associazioni di categoria) di governance del prodotto/territorio. Tra l’altro – conclude Peparello – con esigui investimenti  si hanno eccezionali risultati in termini di ricaduta, ma soprattutto tale ricaduta viene spalmata a beneficio sia delle imprese che del territorio tutto”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Altare prima del trono: a Sovana nacque Papa Gregorio VII

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Viterbo, visite guidate Tuscia. Cosa vedere a “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alpi, estate terapeutica, montagna e acqua nella Val di Sole

Le vacanze dei prossimi mesi estivi saranno caratterizzate dalla voglia di recuperare il contatto...

TUSCIA: CIVITA DI BAGNOREGIO CANDIDATA UNESCO

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...

Fiumicino miglior aeroporto d'Europa nel 2019

L’aeroporto di Fiumicino si è visto attribuire dall’Airports Council International il premio...