Festival Umbria, ultime notizie, Perugia -
Dopo il numero zero del 2009, Immaginario Festival presenta la sua prima edizione. Promossa da Zero in Condotta Associazione e dal direttore artistico Alessandro Riccini Ricci, con il contributo dell’Unione Europea, della Regione Umbria e del Comune di Perugia, la manifestazione si svolgerà a Perugia a partire dal 17 fino al 21 Novembre 2010 e animerà alcune delle sedi più rappresentative della città: il Teatro Morlacchi, il Cinema Zenith, il Centro Camerale Alessi (ex Borsa Merci), la Rocca Paolina. È inoltre un’esposizione di materiali televisivi tratti dalle Teche Rai sarà diffusa all’interno di vari spazi.
Il Festival riflette sul mutamento dei linguaggi e delle identità nel passaggio dalla cultura analogica alla nuova cultura digitale, sul come mantenere aperto e vivo il dialogo fra i padri analogici e i figli digitali. Il presente è declinato attraverso i differenti linguaggi: televisione, cinema, comunicazione, new media, fumetto, videogames, strumenti indispensabili per comprendere il mondo contemporaneo.

La manifestazione prevede un fitto programma di incontri multidisciplinari, workshop, spettacoli e laboratori a cui prenderanno parte numerosi ospiti di rilievo nazionale e internazionale che
interverranno sulle diverse tematiche della manifestazione. Segnaliamo tra gli altri: Michele Santoro, Giuliano Ferrara, Piero Chiambretti, Angelo Guglielmi, Enrico Ghezzi, Bianca Berlinguer, Gad Lerner, Serena Dandini, Corrado Guzzanti, Mario Martone, Pippo Delbono, il cast di Romanzo Criminale, Maurizio Nichetti, il gruppo di artisti legato a Cattleya e tanti altri ancora. Tutte le iniziative e incontri previsti nel programma sono gratuiti, eccetto l’anteprima del film “Noi Credevamo”di Martone e lo spettacolo di chiusura con Elio dedicato a Gian Burrasca.

Questa nuova stagione è segnata dall’ingresso di alcuni soggetti privati tra i quali Enel che hanno scelto di sostenere la sezione Ambiente e Medialab.
Da segnalare anche la presenza di Starshop, azienda leader nel settore dei fumetti e della distribuzione in Italia che ha spostato il canale fumetti.
Hanno aderito al progetto Adotta la Cultura: Legnomagia, Emu e cantine Todini
Diversi dunque i canali tematici di IMMaginario, tutti accomunati dall’obiettivo di raccontare e analizzare come in questi anni sia mutato il nostro modo di comunicare, pensare, sentire e vivere il mondo.

Il canale TELEVISIONE segue l’evoluzione del mezzo partendo dal modello di Rai Tre diretta da Angelo Guglielmi come esempio unico di tv a cavallo fra gli anni ’80 e i ’90, per poi continuare con la tv del 2000, Sky Cinema, Nat Geo e History Channel (FOX Channel) sino ad arrivare a Flop tv, Shootv e Web tv in quanto modelli di una possibile televisione del futuro. Incontri e talk show con molteplici protagonisti, ampi spezzoni di trasmissioni e una rassegna di circa 80 ore di trasmissioni e materiali, la maggior parte dei quali messi a disposizione dagli archivi delle Teche Rai.

Il Festival è anche CINEMA e segue una linea di lettura che muove dal cosiddetto cinema classico (analogico) e arriva ad uno sperimentale–innovativo (digitale). Sarà presentata l’opera di Maurizio Nichetti, curioso innovatore e sperimentatore di tecniche e di linguaggi, con il suo Volere Volare. Tra le altre cose verrà presentato il quasi sconosciuto Gag Jazz, girato con una tecnica antesignana dell’alta definizione, primo esperimento a livello internazionale dopo la tv NHK di Tokio, film corto del 1987 ambientato a Perugia durante Umbria Jazz con Brandford Marsalis. In anteprima per IMMaginario avremo il ritorno al cinema di Mario Martone, con un’opera epica e controversa sul nostro Risorgimento italiano: Noi credevamo. Dal cinema di Martone al cinema apolide, nomade, trasversale, irregolare, inquieto e inquietante di Fuori Orario.Cose (mai) viste attraverso gli occhi del suo autore Enrico Ghezzi e dei suoi collaboratori. Infine, dopo l’omaggio alla casa di produzione Fandango della scorsa edizione, il Festival omaggia Cattleya, esperienza eclettica in tv (prima e seconda serie di Romanzo Criminale) ed al cinema. Alcuni tra i maggiori successi di questi ultimi anni sono legati al genere teen movies, ma Cattleya è anche la “casa” di un cinema raffinato e d’autore, di Salvatores, Lucchetti, Comencini, Virzì, Placido, Castellitto, Archibugi e molti altri.

Il canale MEDIALAB invece ha come obiettivo cardine la trasformazione del proprio pubblico da meri spettatori in utenti attivi tramite laboratori creati ad hoc per la produzione di contenuti: il CAMPUS DELLE ENERGIE CREATIVE. Il MEDIALAB avrà sede negli Spazi del Centro Camerale Alessi (Ex Borsa Merci) e sarà aperto agli studenti Under 25. Il programma di attività comprende sia incontri, panel e conference che la produzione di contenuti per progetti di social networking dedicati alle idee innovative, al futuro, ai giovani talenti artistici, ai linguaggi contemporanei, ai nuovi modi di socializzare e raccontare il presente.

All’interno della sezione AMBIENTE Il patrimonio delle conoscenze e valori ecologici, la sostenibilità dello sviluppo, gli stili di vita, le grandi e piccole mutazioni del globo e l’innovazione tecnologica sono il perno tematico di questo canale. Tutto questo verrà raccontato con Nat Geo Tv: le grandi anteprime dei nuovi “epici” cicli di National Geographic con The Great Migration ed i nuovi documentari in 3D. La green economy è già approdata in Umbria, il caso Castello di Montevibiano 360° green revolution ne è un esempio: tradizione, innovazione, impresa e ambiente in una perfetta simbiosi.

Il programma del canale FUMETTI sarà all’insegna della trasversalità e unirà il fumetto d’autore di Dave McKean e Miguelanxo Prado e le nuove frontiere del fumetto rappresentate dalla rivista Animals di Coniglio Editore che sperimenta nuovi luoghi e modi di narrazione, produzione e distribuzione su carta e sul web. Un occhio di riguardo sarà riservato agli artisti locali fra i quali Claudio Ferracci.

Per quanto riguarda la sezione VIDEOGAMES sarà possibile provare Playstation Move, rivoluzionario controller che garantisce nuovi livelli di interazione ai giocatori e la linea PSP kids della Sony, con nuovi titoli dedicati ai più piccoli. A chiudere il Festival la sezione SUONI E IMMAGINI con l’incontro sul cambiamento della musica nell’era digitale con Gino Castaldo e Ernesto Assante, storiche firme del giornalismo musicale italiano e con il concerto spettacolo di Elio intitolato Gian Burrasca, una fedele rilettura dell’omonima opera di Lina Wertmüller, nuovamente alle prese con il famoso e irriverente personaggio di Vamba.

Per informazioni: www.immaginariofestival.org
Fonte: Ufficio stampa

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...