Lazio, Tuscia, il borgo medievale, la necropoli di Monterozzi e il Museo Archeologico di Tarquinia, ultime news cultura – UnoNotizie.it - La città di Tarquinia, meta obbligata per i turisti in viaggio nella Tuscia, sorge su un colle in una splendida posizione panoramica con vista sul Mar Tirreno. La sua illustre storia copre oltre 3000 anni e fa della città un luogo di enorme valore culturale e un sito archeologico di fama internazionale. La necropoli di Monterozzi, la più importante del Mediterraneo e Patrimonio UNESCO, presenta una serie straordinaria di tombe dipinte definite dal famoso etruscologo Massimo Pallottino "il primo capitolo della storia della pittura italiana".

Tarquinia era la città madre dell’antica Etruria e, secondo la leggenda, il suo nome deriva da quello del mitico eroe Tarconte che la fondò dopo aver guidato gli etruschi nella loro migrazione dalla Lidia verso l’Italia.
L’antico abitato etrusco si sviluppò su un’altura detta “la Civita”, situata alle spalle della necropoli di Monterozzi. Dal VI secolo d.C. gli abitanti della Civita cominciarono a trasferirsi sull’attuale colle dando vita ad un primo nucleo da cui si svilupperà il centro medievale di Corneto che assumerà l’attuale nome Tarquinia solo nel 1922.
In questa città nacque il quinto re di Roma, Tarquinio Prisco, le cui importanti opere verranno portate avanti da altri due re etruschi, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo. La città, inoltre, ha dato i natali a Vincenzo Cardarelli, uno dei poeti-scrittori più rappresentativi del ’900.

Il suggestivo borgo medievale di Tarquinia, ancora circondato dall’antica e monumentale cinta muraria, rappresenta un vero gioiello storico e architettonico con le sue vie, le piazze, le splendide chiese romaniche e le numerose torri. Alcune di esse si ergono isolate nelle piazze o nei prati, altre sono inglobate nelle antiche dimore delle potenti famiglie. Erette fra l’XI e il XII secolo, ne sono visibili ancora alcune decine delle 104 che un tempo svettavano su Corneto. Oggi alcune si presentano intatte mentre altre sono prive dell’estremità merlata poiché furono mozzate nel corso dei secoli per diverse ragioni, ma, forse, proprio questa loro caratteristica dona alla città un aspetto ancora più pittoresco e suggestivo.

Il monumento romanico più imponente di Tarquinia è la chiesa di Santa Maria in Castello situata su uno sperone all’estremità occidentale della rupe. I cronisti dell’epoca narrano che per la sua mole, la cupola e l’abside rivolta verso il mare, la chiesa servisse come punto di riferimento alle navi che incrociavano il Tirreno.

Da non perdere è una visita al Museo Archeologico Nazionale che custodisce una delle maggiori raccolte di antichità etrusche. Il museo è ospitato all’interno di Palazzo Vitelleschi, autentico capolavoro architettonico in stile gotico – rinascimentale, realizzato tra il 1436 ed il 1439 per volere del cardinale Giovanni Vitelleschi.

Passeggiando tra le meraviglie del centro storico di Tarquinia potete di tanto in tanto soffermarvi in diversi belvedere da cui si godono panorami mozzafiato sulla valle attraversata dal fiume Marta e sull’entroterra in direzione di Tuscania e Viterbo. Nelle giornate più limpide l’occhio arriva fino al mare dove è facile scorgere il promontorio dell’Argentario e l’isola del Giglio.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...