E’ stata approvata in giunta nei tempi previsti dall’assessore, la proposta di Piano Promozionale del Turismo della Regione Marche. “I principi fondanti del nuovo Piano tentano di rispondere alle difficoltà generali che interessano anche il settore specifico come evidenziano i dati nazionali sul turismo dell’anno appena trascorso – ha detto l’assessore a Turismo e Cultura Vittoriano Solazzi – al di là della massima attenzione al territorio, all’integrazione fra Cultura e Turismo, all’incremento dei finanziamenti a disposizione per le nostre strutture ricettive. Si tratta infatti di invertire la rotta. Occorre non solo valorizzare le tante risorse che abbiamo ma bisogna reimpostare la strategia di promozione del territorio in Italia e all’estero. Essenzialmente fra le tante difficoltà che si incontrano e che abbiamo cercato di risolvere, esiste realmente il problema citato dal sottosegretario in questi giorni sulla stampa nazionale: in Italia il Turismo è materia “confinata”, gli attori spesso “non fanno sistema” e i “mille campanili affossano molte strategie”. Tuttavia un primo cambiamento verrà proprio dalle Marche. “Sarà nel metodo e nell’organizzazione. Sono del parere – afferma Solazzi – che la migliore strategia promozionale, l’abbiamo in casa. Noi dobbiamo solo fare sistema, rispondendo concretamente alle istanze degli operatori, con una unica regia istituzionale, quella appunto della Regione, che scaturisca dal più ampio confronto con le istituzioni e il mondo associativo. Con il sostegno regionale la sinergia Cultura-Turismo, così come il binomio prodotto-territorio, potranno rivelarsi nuove opportunità, potenziando l’utilizzo e la funzionalità del nostro sito internet, la predisposizione e la diffusione di materiale promozionale e informativo su supporti tecnologici, adattando una politica commerciale di segmentazione del mercato con offerte mirate alle diverse domande di turismo e a tutte le richieste del mercato”. In fondo il Turismo sa muovere ogni aspetto dell’economia, dal lavoro dei giovani, al commercio e alla distribuzione, dalla produzione industriale all’artigianato, all’agricoltura. Ecco che allora il fare sistema deve essere per i marchigiani una propensione strategica necessaria. E sta alla Regione Marche provocare tale sistema come metodo e farlo scaturire naturalmente. “La vocazione imprenditoriale dei marchigiani – ha concluso Solazzi - deve essere stimolata nel nuovo anno soprattutto in tal senso. Siamo sicuri che la famosa capacità marchigiana di affrontare al meglio e con genialità le congiunture dello sviluppo, faranno sì che il 2009 possa essere un anno di svolta per il nostro Turismo.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Benvenuti al Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

CIVITA DI BAGNOREGIO BELLEZZA MONDIALE

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...