Fondato sulla sinergia tra musicisti di diversa estrazione artistica (dal jazz alla classica), l’ambizioso ensemble diretto dal musicista e liutaio cileno Gabriel Aguilera propone un percorso attraverso alcuni dei principali stili ritmici e melodici dell’America Latina, dalla milonga al choro, dalla cumbia al vallenato, sul filo di una ricerca che, lontana da esasperati filologismi, tenga insieme l’alto livello esecutivo e la brillante immediatezza delle atmosfere latine.
 
Gabriel Aguilera Valdebenito nasce a Los Angeles Cile nel 1958.
All’età di 16 anni inizia il suo percorso musicale da autodidatta, avvicinandosi alla musica popolare cilena ed a quella dei paesi sudamericani. Suona la chitarra, il charango,il tiple, il flauto di Pan, etc…Approda in Olanda nel 1978 dove per diversi anni forma parte del gruppo musicale “Lautaro”.Collabora con musicisti di differenti nazionalita e partecipa a diversi progetti musicali.Da questa esperienza si fonde il duo con l’arpista Lincoln Almada dal 1987, realizzando un intensivo lavoro musicale attraverso tournee in Europa ed in Africa.Nel 1991 incide il CD musicale dal titolo “The source of all waters”.

Dal 1995 collabora anche con i musicisti Patricio Wang e Winanda van Vliet formando il gruppo “La banda del Sur”. Dal 1990 comincia a costruire strumenti musicali sotto la supervisione del Maestro Liutaio Sebastian Nunez a Utrecht in Olanda. Si dedica al perfezionamento di diversi tipi di strumenti della musica popolare sudamericana, applicando tecniche di costruzione riprese dal periodo barocco.

In questo modo si specializza alla costruzione di: Charango, Tiple, Cuatro Venezolano, Arpa Paraguaya ed inoltre la Chitarra Rinascimentale, Barocca, Classica e Flamenca Dal 1999 si inserice nel gruppo di musica barocca latino’americana “Musica temprana”. Dal 2007 Gabriel fa parte anche del gruppo “PizziCanto” che propone un programma di musica popolare del Sud Italia e del Sud America.Attualmente l’attività di Gabriel si sviluppa in Olanda e anche in Italia, a Tuscania, (VT) dove conduce i corsi di liuteria.
 
Fiore Benigni (Viterbo 1978), suonatore di organetto diatonico e compositore, studia e si perfeziona con i maggiori professionisti presenti sul territorio nazionale (R. Tesi, R. Tombesi, T. Chessa). Svolge attività concertistica in Italia e all’estero e ha al suo attivo partecipazioni discografiche con artisti di diversa appartenenza stilistica (fra cui Viola Buzzi, “La citta’ dei Papi”, I Tusci, 2001; G. Garzone & M. Mainieri, “Leucasia”, NYC, 2006; Ammaraciccappa, “Al Qantarah”, CNI, 2007). Autore di brani che spaziano dalla musica etnica al jazz, ha collaborato fra gli altri con Mario Salvi, Umberto Papadia, Paolo Innarella, Beppe Quirici e Luciano Orologi.

Compone nel 2008 le musiche per “Love” spettacolo di Emanuela Giordano con Mascia Musy. Attualmente, oltre al duo con il clarinettista Paolo Rocca, collabora con il progetto Ammaraciccappa, tiene corsi di organetto a Viterbo e nel Lazio, e seminari in collaborazione con IALS e CEMEA. Compositore delle musiche originali per Love uno spettacolo teatrale di Emanuela Giordano con Mascia Musy. Da tempi non sospetti si occupa di punk-hardcore e di storia della filosofia moderna.
 
Luigi Polsini: strumenti ad arco e pizzico medievali. Polistrumentista, ha studiato contrabbasso con Franco Petracchi; composizione con Giovanni Piazza e musica elettronica con Walter Branchi presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia. Entra quindi in contatto con l’ambiente della musica antica studiando viola da gamba con Paolo Pandolfo. Con il tempo gli interessi si sono spostati verso la musica medievale ed etnica approfondendo lo studio e la prassi degli strumenti a corda dell’area mediterranea.

Co-fondatore dell’ensemble Chominciamento di gioia, ha collaborato con numerose formazioni di musica antica quali l’ensemble Elyma diretto da Gabriel Garrido; ha collaborato con Sergio Vartolo per la Cappella San Petronio a Bologna. Ha inciso numerosi dischi per etichette quali EMI, Tactus, Stradivarius, Raitrade, ecc. Ha preso parte a numerose manifestazioni prestigiose in Italia e all’estero.
 
Augusto Pierozzi Clarinettista e sassofonista diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, vive e lavora a Tarquinia. E’ docente di musica e si esibisce con diversi gruppi eseguendo un repertorio prevalentemente jazz.
Sandro Pippa Noto percussionista, suona in numerose formazioni in Italia e all’estero con musicisti del calibro di Ennio Morricone, Alfio Antico etc.

- Uno Notizie Bolsena - Viterbo -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Spettacolo

Viterbo Sotterranea, “Speciale EMusic”, viaggio internazionale tra arte e scienza

"Viterbo Sotterranea" dove è stato realizzato il 1° cd registrato, al mondo, da un gruppo di...

VITERBO, CINEMA LUX / chiude in bellezza il Festival Sociale

Ultime news Viterbo - UnoNotizie.it - Al Cinema Lux di Viterbo in Viale Trento nel mese di novembre...

CARBOGNANO, TEATRO BIANCONI / grande successo per "La matematica dell'amore" con Michele La Ginestra e Edy Angelillo

Non volava una mosca, domenica Pm,  17 Novembre, a Carbognano,  al Teatro Bianconi, alla...

FONDAZIONE MUSICA PER ROMA / oltre 100.000 spettatori all’Auditorium Parco della Musica e Casa del Jazz

Dopo il primo anno di gestione della Casa del jazz da parte della Fondazione Musica per Roma, la...

SOVANA IN ARTE / al via l’undicesima stagione della rassegna “Sovana in Arte” a Palazzo Bourbon del Monte

Ultime news - Unonotizie.it - Nella magnifica “Città di Sovana”, splendido borgo medievale che...

SANREMO 2019 / gli ascolti e la classifica parziale della terza serata del Festival di Sanremo 2019

Ultime news - Unonotizie.it - Sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share, gli spettatori...

FESTIVAL SANREMO 2019 / la classifica parziale della seconda serata di Sanremo 2019

Ultime news - UnoNotizie.it - Quali sono stati i pareri espressi questa sera dalla Giuria della...

SANREMO 2019, PRIMA SERATA/ il Festival di Sanremo 2019 parte con il 49.5% di share, ascolti in calo

Ultime news - unoNotizie.it - La prima serata del Festival di Sanremo 2019, il secondo targato...