Ultime notizie Tarquinia: presentazione del libro "Il cinghiale che ride" - Parlare di Storia e non di costume è un vezzo che la Società Tarquiniese di Arte e Storia non ha mai avuto. Nei bollettini annuali e nelle pubblicazioni che stampiamo per i nostri Soci, c’è ampia traccia di ciò. Quest’anno, con il patrocinio della Regione Lazio, abbiamo voluto ricordare non il nobile sport della caccia, che quello, dalle nostre parti, si è esaurito con le prime bonifiche degli anni ’20 del secolo scorso, ma l’altro delle crude “cacciarelle” al cinghiale, nelle quali l’abbattimento del “feroce animale” viene esaltato quale atto coraggioso, quasi eroico.


Sabato 27 marzo, alle ore 17.30 nella Sala Sacchetti della Società Tarquiniense d’Arte e Storia, in via dell’Archetto n. 4, avrà luogo la presentazione del libro “IL CINGHIALE CHE RIDE” tratto dal  diario di ISAURO PONTANI, sulle cacciate tarquiniesi.
Verri, “solenghi”, della primigenia razza autoctona, pettorale largo,  masse muscolari potenti, robuste zanne a falce, pronte a scavare tuberi e  radici, ma anche a sbudellare cani e uomini che ne ostacolassero la corsa e ne minacciassero l’esistenza, rivivranno nel racconto del nostro diarista. Un libro vivo, vero, pieno di fotografie d’epoca, denso di racconti, di episodi, di “cacciarelle” al cinghiale: vere e proprie sagre paesane che muovevano  popolo e popolino, per lungo tempo attese, sempre precedute per giorni da riunioni nei caffè, nei circoli, nelle osterie, da scelte litigiose sul “bracciere”, sulle poste, dove bravura e censo giocavano alla pari;  con le preliminari ricerche degli organizzatori sulle zone da battere, per la ricerca“dell’usta” – pista ed orme di passaggio dell’animale - la scelta dei battitori, la formazione delle squadre, la selezione dei cani per le “canizze” e, poi, foto di gruppo con, ai piedi, gli animali abbattuti, e al lato la lunga tavolata per le pastasciutte, per il sanguinaccio con i fegatelli, per i fiaschi di vino, sempre rossi, tracannati…

La maremma  della quale  Isauro Pontani racconta è, ancora, quella, che non c’è più, del latifondo, delle forre, delle macchie, con boschi e sottoboschi impenetrabili; la maremma di prima delle bonifiche; la maremma “amara” evitata da tutti, per la maledizione della malaria, del freddo notturno e delle polmoniti; la maremma dei campagnoli, ultimi degli ultimi; quelli destinati a scontrarsi con la malaria e quasi sempre a soccombere per presidiare, in capanne più o meno precarie, le proprietà terriere, il bestiame, le greggi di altri.
Poesia e dramma traslucidano da quei diari fino a noi: basta pensarci, parlare con i vecchi per ricordare.
Un buon libro.

- Uno Notizie Tuscia, Viterbo - ultime news Tarquinia -                   


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...