14 febbraio 2011, San Valentino,  festa degli innamorati. Ultime notizie Bolzano - Regalare una rosa potrebbe sembrare un atto semplice, ma ci siamo mai chiesti da dove provengono quelle rose che il mattino del 14 compriamo per il nostro/a innamorato? Molti penseranno da San Remo, la famosa riviera dei fiori; ma non è così, certamente non in Febbraio; nel 90% dei casi le rose del 14 provengono da qualche serra in Kenia, Colombia ed Ecuador, dove sono state raccolte da lavoratrici locali, sottoposte ad orari impossibili, a trattamenti economici irrisori, a rischi altissimi per la loro salute dovuti all’uso incontrollato e intensissimo di sostanze tossiche antiparassitarie.

Dunque:  il giorno 12.2 le rose vengono raccolte a 50 chilometri da Nairobi e  inviate a Nairobi con centinaia di camion refrigerati. Da Nairobi partono decine di aerei notturni refrigerati, per lo più in direzione Olanda. Da qui le rose partono alla volta del paese di  Aalsmeer, a 50 minuti di camion da Amsterdam, dove il 13 avviene la grande asta dei prezzi e quindi  ripartono su grandi autocarri-frigo nelle  diverse direzioni per raggiungere i mercati e poi i  vari punti di distribuzione : negozi, carretti e venditori ambulanti, puntuali il mattino del giorno  14.

Un viaggio che deve essere veloce, e deve rispettare la catena del freddo, tenendo conto della merce facilmente deteriorabile. L’mpatto ambientale di questo mercato è enorme ad iniziare dall’inquinamento delle falde, dei laghi e fiumi dove vengono smaltiti i prodotti tossici usati nelle sedi di coltivazione, fino alla produzione di CO2 e altro, lungo tutto il viaggio fino alle nostre abitazioni.

Se si può pensare che comunque tutto ciò  serva ad assicurare un reddito alle popolazioni dei Paesi locali, bisogna sottolineare che questo mercato non assicura tecnologie o autonomia imprenditoriale dei Paesi produttori. Chi detiene questo mercato cerca in quei paesi  soprattutto manovalanza a basso prezzo, poco o niente sindacalizzata e territori dove non esistano norme di protezione ambientale.

Appena i lavoratori locali si sindacalizzano o i governanti impongono norme di tutela ambientale, le produzioni in loco vengono smantellate e spostate velocemente in altri territori, lasciando dietro di sè soltanto distruzione, danni, inquinamento. Queste informazioni  è possibile trovarle in un libro reportage di Pietro Raitano e Cristiano Calvi: ” Rose&lavoro”.

Ma tutto ciò è sviluppo o ancora di più, sviluppo sostenibile? Certamente no, le rose in inverno in Occidente sono un’ assurdità, oltre che, come  afferma Padre Zanotelli, una violazione dei diritti umani.

Soluzioni? Certamente sostituire le rose con altri regali, locali e di stagione, potrebbe essere un’ ottima idea, anche se forse uscire dalla forzatura di queste feste “obbligate” non sarebbe male. Regalarsi un bacio o una passeggiata mano nella mano sarebbe più che sufficiente, certo non aumenterebbe il PIL! Se proprio vuoi regalare dei fiori, chiedi al fiorista se sono fiori certificati o recati presso una delle aziende già impegnata per la diffusione delle certificazioni sociali e ambientali (elenco su www.fioriediritti.org ; www.oew.org ; www.bottegadelmondo.bz.it)

E  quindi…

"E’ il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”( Il piccolo principe-di A.de Saint Exupery)

Claudio Vedovelli



Commenti

Meglio puntare su di un regalo Made in Italy. Come idee regalo, per 2011, la moda è quella di oggetti introvabili ancora nei negozi tradizionali e di acquistare per internet. Io ho trovato divertente il seguente link: http://www.regali-san-valentino.it.
commento inviato il 15/02/2011 alle 1:08 da RegaliSanValentino  
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani contro speculazioni urbanistiche edilizie

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...