CIVITAVECCHIA-ROMA (UNONOTIZIE.IT)

Il "Coordinamento comitati contro il carbone Civitavecchia" ha organizzato, nella città portuale,  un importante Convegno dal titolo  “Carbone senza controlli, Cittadini senza tutela”.

Il convegno si svolgerà venerdì 20 febbraio, alle ore 16.30, all'interno dell' Aula Consiliare Calamatta del Comune di Civitavecchia, in Piazzale del Pincio.

Il programma dell'iniziativa  prevede un'interessante introduzione curata dal Dott. Paolo Giardi e dal Dott. Maurizio Puppi, del coordinamento dei comitati presenti nel territorio inquinato di Civitavecchia.

Relatore del Convegno sarà il Professor Andrea Masullo, Ing. Elettronico, specializzato in Ingegneria sanitaria e ambientale. Il Prof. Masullo, Docente di fondamenti di Economia Sostenibile, presso l' Università di Camerino, è Responsabile scientifico dell' Osservatorio qualità ambientale della Provincia di Roma e Consulente del Ministero dell’Ambiente.

E' anche esperto tecnico scientifico per la Convenzione sui cambiamenti climatici dell' O.N.U. e responsabile energia e risorse del W.W.F

Il Convegno di Civitavecchia si concluderà con alcune riflessioni e dibattito su un tema che sta a cuore non solo agli abitanti di Civitavecchia, ma anche ai cittadini ed agli operatori economici dei comuni vicini, dell'Alto Lazio, che hanno ormai compreso da tempo i pericoli del carbone, non solo per salute, ma anche per l'economia.

Infatti sempre più a rischio sono vari comparti economici, tra cui quello dell'agricoltura e del turismo, basti pensare agli ingenti danni del carbone alla città di Civitavecchia che punta molto sul crocerismo e sull'apporto dei croceristi al commercio locale ed ai vari servizi. Sul turismo croceristico puntano molto, del resto, anche i comuni dell'hinterland. Specialmente in questo periodo di crisi economica commercianti, agricoltori ed altri operatori economici non vogliono certo il carbone.  Per non parlare poi dei gravissimi danni al turismo balneare, che riguarda tutti i comuni del litorale tirrenico inquinati dagli enormi camini delle centrali.

E' per questo che, da tempo, le popolazioni chiedono a gran voce controlli e tutela, attualmente inesistenti  nonostante le numerose manifestazioni. Basti pensare che in una delle ultime, sulla Statale Aurelia, protestarono oltre cinquemila persone, tra cittadini, operatori economici, commercianti e agricoltori seguiti da 250 trattori, con  bandiere e rappresentanze di tutte le associazioni di categoria.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono ancora incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

ALBERI DI NATALE / i finti alberi di Natale inquinano la nostra bella terra

Ultime news - Unonotizie.it - ALBERI DI NATALE / gli alberi di Natale finti inquinano molto di...

AGRICOLTURA, PESTICIDI / oltre l'80% della superficie agricola europea contaminata da pesticidi

Ultime news agricoltura - Unonotizie.it - Uno o più tipi di pesticidi sono stati rilevati in oltre...

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute della...

TARQUINIA, INCENERITORE RIFIUTI / contrari ad impianto ad alto impatto su ambiente e salute

In merito alla procedura autorizzativa del progetto di inceneritore di rifiuti da realizzarsi nel...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...