Iniziativa della Regione Lazio in collaborazione con le Province. Nella Tuscia hanno aderito 12 supermercati

Fare la spesa con meno di 10 euro? E pure di qualità? E’ possibile, se il “Lazio spende bene”. Che poi è l’iniziativa realizzata dalla Regione Lazio, in collaborazione con le Province di Roma, Rieti, Frosinone e Viterbo. L’iniziativa è stata presentata stamattina all’enoteca regionale dal presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, l’assessore regionale all’Agricoltura Daniela Valentini, il commissario straordinario dell’Arsial Massimo Pallottini e i presidenti delle Province di Roma e Viterbo, Nicola Zingaretti e Alessandro Mazzoli. Nella Tuscia, ad aderire sono stati 12 punti vendita.

Ecco cosa si può ottenere con soli 9,90 euro, questo il paniere, disponibile dal 15 ottobre, che verrà aggiornato ogni tre mesi: un kg di pane, mezzo di pasta, un litro di latte, una passata di pomodoro, un kg di pollame o suino, due di ortofrutta di stagione e locale. Impossibile? Non nei 12 centri che hanno detto sì a “Lazio spende bene”.

“Quella che grazie alla Regione Lazio è stata messa in piedi – ha detto Mazzoli – è un’iniziativa che affronta il problema più grande del Paese: il carovita. E’ una risposta per aiutare tutti a vivere dignitosamente fino alla quarta settimana del mese, perché a disposizione dei cittadini viene offerta la possibilità di fare la spesa a costi significativamente inferiori alla norma”.

La collaborazione messa in campo “è utile anche a misurare e costruire risposte utili, insieme alla valorizzazione del territorio. E questo – ha proseguito Mazzoli - è anche un messaggio di sicurezza e fiducia non solo per i consumatori, ma anche per i produttori, perché significa mettere insieme tutto il territorio”.

Queste le catene che hanno aderito nella Tuscia Viterbese. Sidis gruppo Mercurio: via Tre Portoni a Nepi. Unicoop Tirreno: via Canino 30 a Tuscania, via del Ruscello 4 a Vallerano, via dei Gladiatori a Orte, via Guglielmo a Soriano nel Cimino, via Capranica a Ronciglione, via del Campo sportivo 2 a Fabbrica di Roma, via della Repubblica a Caprarola, via Campo Boario 5-6 ad Acquapendente. Crai: via Beata Maria De Mattias 4 a Capranica, via Campo della Fiera 37 a San Lorenzo Nuovo, via Marconi e Gallese. Ma c’è l’impegno di allargare ancora il campo sia nell’ambito della piccola che della grande distribuzione.

Il tutto verrà fatto adeguatamente conoscere all’interno e all’esterno dei vari supermercati, anche in modo da rendere il paniere immediatamente riconoscibile al consumatore.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...