50 ANNI DI MARCIA PER LA PACE. Erano in 200mila alla marcia della pace - ultime notizie sociale - Cinquant'anni e non sentirli. Cinquant'anni da quel 24 settembre 1961, quando Aldo Capitini, che inventò la prima marcia della pace percorse il 24 kilometri che separano Perugia da Assisi insieme a Norberto Bobbio, Renato Guttuso e Italo Calvino. Cinquant'anni dallo slogan di allora che inneggiava alla pace e alla fratellanza tra i popoli e che è stato riportato anche nella marcia di quest'anno.

Gli striscioni però quest'anno erano tanti, a iniziare da quello che apriva il corteo per la candidatura di Assisi e Perugia a capitali europee della cultura per il 2019, portato dai sindaci delle due città uno di centro destra, l'altro di centro sinistra, a rappresentare una cultura della pace che unisce la cultura cattolica e quella laica. C'erano striscioni e slogan ispirati ai temi dell'attualità che andavano a disegnare un programma politico spontaneo, dove i tanti movimenti e associazioni intervenuti parlavanno di politica, lavoro, ambiente, diritti, immigrazione.
 
L'Umbria ha salutato la marcia della Pace con una bella giornata d'autunno che ha visto i partecipanti raccogliersi in un corteo spontaneo e disciplinato aal'Arco di San Girolamo a Perugia poco dopo le 9.30, per poi partire alla volta della rocca di Assisi. C'erano associazioni laiche e religiose, scout, sindacati, gruppi spontanei e organizzati, parrocchie e movimenti politici, istituzioni con sindaci e gonfaloni portati dai vigili urbani, singoli marciatori con zainetto regolamentare, agricoltori e "amici della bici", Unione ciechi, animalisti e Anpi. A unirli tutti un mare di bandiere arcobaleno.

A muoversi da Perugia sono alcune decine di migliaia, ma il corteo si ingrossa man mano che avanza, a ogni traversa, rotonda, incrocio che si incontra per la strada. In parecchi entrano alla fine della lunga discesa, a Ponte San Giovanni, moltissimi attenderanno a Santa Maria degli Angeli, dove comincia l'ultimo strappo che si inerpica fino alla Rocca di Assisi. Anche se è difficile quantificare i partecipanti le fonti parlano di circa 200.000 persone intervenute.


"Siete la parte migliore di questa Italia lacerata", ha detto alla partenza il sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, mentre monsignor Domenico Sorrentino, arcivescovo di Assisi, ha letto un messaggio di Benedetto XVI che esprimeva "sincero apprezzamento per la significativa manifestazione volta a richiamare l' universale valore della pace nel rispetto dei diritti e dei doveri di ciascuno". Anche il leader di Sinistra Ecologia e Libertà Nichi Vendola intervistato dai giornalisti presenti ha dichiarato che "se il popolo marcia alla Perugia-Assisi vuol dire che sta imboccando la strada giusta" per costituire un'alternativa all'attuale maggioranza di governo.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...