Obiettivo dell’iniziativa è individuare edifici e siti caratterizzati dalla presenza del materiale dannoso per la salute

 

E’ stato avviato nella Regione Lazio il progetto per la mappatura della presenza di materiali contenenti amianto (MCA). La realizzazione del censimento è stata affidata al Centro regionale amianto – laboratorio Igiene industriale della Ausl di Viterbo, in collaborazione con i dipartimenti di Prevenzione delle Asl, dell’Arpa Lazio, del Registro Mesoteliomi (istituito presso la Asl Rm-E), dell’assessorato all’Ambiente e quello della Sanità.

 

Obiettivo del progetto è individuare edifici e siti con presenza di MCA nella regione. Il progetto prevede varie fasi ed comincerà dal censimento, con georeferenziazione, degli edifici ed impianti con MCA ancora presenti in edifici pubblici o aperti al pubblico, con particolare attenzione a quelli con amianto in matrice “friabile”, che rappresentano le situazioni più problematiche.

 

Sono state inviate 30mila lettere a firma del presidente della Regione, Piero Marrazzo, con le istruzioni per compilare le schede previste dal d.m. 101/2003. I destinatari (in particolare a ministeri, enti, ospedali, istituti e grandi aziende) possono rispondere entro il 31 dicembre 2008 compilando le schede per segnalare la presenza di MCA direttamente online all’indirizzo web: www.laziosaluteesicurezza.it, sotto il logo della mappatura.

 

Nel Lazio si stima che ogni anno vengano rimosse oltre 10mila tonnellate di MCA, con l’impegno di oltre 100 aziende operanti nelle attività di bonifica e più di 500 addetti nel settore. Inoltre, va sottolineato che, sempre nel territorio regionale, ogni anno vengono registrati altre 100 decessi per mesotelioma pleurico in grande maggioranza correlabili con pregressa esposizione professionale od ambientale a fibre di amianto.

 

Per facilitare l’identificazione dei MCA da parte anche di singoli cittadini che avessero il sospetto della sua presenza, è stato predisposto dal laboratorio di Igiene industriale centro regionale amianto un “Kit per l’asbesto” per il prelievo di materiali dubbi, che è disponibile a richiesta, con tutte le istruzioni per prelevare in sicurezza un piccolo campione e per inviarlo al laboratorio per lanalisi.

 

Ovviamente, il fatto che un progetto così rilevante a livello regionale sia stato affidato al laboratorio Igiene industriale della Auls di Viterbo rappresenta un importante attestato di stima da parte degli organi tecnici della Pisana: un ulteriore punto di eccellenza raggiunto rispetto a quelli già centrati in passato.

 

Per maggiori informazioni è possibile scrivere una mail all’indirizzo labig1@asl.vt.it o telefonare ai numeri 0761/5185207 – 212 – 209.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...