Viterbo ultime news www.UnoNotizie.it - Capodanno 2012. Un milione di famiglie non può festeggiare per motivi economici. In crescita la quota di italiani che festeggerà all'estero o in un locale.

Un altro Capodanno di crisi, anche se gli italiani iniziano a sperare che il peggio sia passato. E’ questo il quadro che emerge dal sondaggio Confesercenti-SWG, che restituisce l’immagine di un Veglione 2012 ancora di difficoltà. E se è vero che circa un milione di famiglie non festeggeranno il nuovo anno per motivi economici e che circa 8 italiani su 10 rimarranno a casa, una piccola speranza viene dal 14% di nostri concittadini che celebreranno la notte di San Silvestro in un locale o in vacanza.

Capodanno cenoni e brindisi “fatti in casa” per 8 italiani su dieci. Quest’anno, la notte di S. Silvestro, 8 italiani su dieci rimarranno a casa a brindare e festeggiare a tavola, in compagnia di parenti e/o amici, l’arrivo del nuovo anno: alla domanda dove passerà il veglione di Capodanno, l’82% del campione di italiani intervistato risponde che aspetterà l’arrivo del 2013 con cenoni e brindisi “fatti in casa” (era l’86% nel 2011).

Ma cresce la quota di italiani che festeggerà l’ultimo dell’anno al ristorante
Per un 6% di intervistati, invece, la parola d’ordine sarà Capodanno a cena fuori al ristorante, una quota in crescita di quattro punti percentuali rispetto al 2% del 2011 e che ritorna al livello degli anni “pre-crisi”. Chi può, insomma, non rinuncerà, il 31 dicembre, a trascorrere una serata di festa fuori casa, gustando prelibatezze della tradizione natalizia in attesa del brindisi di mezzanotte.

Cenone di mezzanotte in viaggio in Italia e all’estero per gli italiani più vacanzieri. Un milione di famiglie a casa
Per una quota di italiani, 8%,(in salita rispetto al 2011) le vacanze di fine anno ed inizio 2013 saranno comunque, nonostante il clima economico non positivo, nel segno della famiglia e degli amici, l’occasione per trascorrere l’ultimo dell’anno a festeggiare in viaggio in Italia e all’estero. Infine emerge che, in ogni caso, un 4% di intervistati (stabile rispetto al 2011) ammette di non festeggiare proprio l’ultimo dell’anno perché le condizioni economiche non lo permettono: si tratta di quasi un milione di famiglie.

Spesa media in diminuzione per il terzo anno di fila
Le preoccupazioni economiche degli italiani - afferma Vincenzo Peparello presidente Confesercenti di Viterbo e responsabile regionale turismo - si riflettono nel dato della spesa media per il Veglioni, che per il terzo anno consecutivo segna una diminuzione, questa volta nell’ordine del 3%. In totale, per celebrare il nuovo anno gli italiani spenderanno poco più di due miliardi di euro, quasi 300 milioni in meno rispetto a quanto speso per la notte di San Silvestro del 2011.

“Anche a dimostrazione di quanto già più volte abbiamo denunciato, le difficoltà delle imprese sempre più gravate dall’attuale crisi, per quanto riguarda il turismo, non è più tanto rappresentato dagli arrivi o dalle presenze oppure all’aumento degli utenti se si parla di acquisti, ma quanto dal fatturato.

Infatti, il vero problema delle imprese per rimanere competitive sul mercato è il fatturato, che ogni anno si assottiglia sempre di più e dove spesso gli aumenti dei costi di gestione non compensano le spese che le stesse aziende sostengono per tasse, imposte, contributi, aumenti del carburante, energia elettrica e tanti balzelli inutili.

Tale situazione ha portato molte aziende alla chiusura o dove è andata meglio è stato necessario ridurre orari e turni di lavoro, grande distribuzione compresa, da questo punto di vista conclude Peparello – non aspettiamoci nulla di meglio per il 2013, in quanto le ultime manovre economiche del governo andranno a prelevare ulteriormente risorse sulle famiglie con conseguente calo dei consumi sia turistici che commerciali.

Ciò nonostante sono convinto, della forza di volontà delle imprese e delle famiglie italiane, ossatura indispensabile dell’intera economia nazionale, che sapranno reagire e uscire da questa situazione, necessariamente con l’aiuto di forze economiche, sociali e sindacali sane, che fortunatamente, sono la vera maggioranza del paese.”

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...