Appreso da notizie di Stampa e da dichiarazioni dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Milazzo che l’ARPA Sicilia ha predisposto il rilevamento del gas Radon in una parte ristretta di Milazzo, non si può che essere, da un lato, compiaciuti dall’iniziativa ma, dall’altro, incredibilmente sorpresi per il ritardo con cui in un territorio a rischio come il Comprensorio di Milazzo si decida finalmente ad avviare procedure di controllo anche se per un inquinante la cui presenza è stata solo “ipotizzata”.

Il quadro generale prospettato dal Forum conclusivo di Agenda 21 di Milazzo è stato tutt’altro che roseo: 1) non esistono dati riferibili a rilevamenti di sostanze inquinanti; 2) gli Enti locali brancolano nel buio e non sono in grado di incrociare i pochi dati esistenti; 3) i Beni culturali sono completamente abbandonati; 4) il Turismo ha avuto un tracollo delle presenze negli ultimi 6 anni; 5) i dati riferibili ad incidenza di malattie e tumori mostrano un incremento notevole; 6) non sono mai stati tracciati degli studi e relative linee guida sulla ricerca del nesso di casualità tra tumori ed inquinamenti; 7) le industrie locali non effettuano controlli né forniscono dati agli Enti locali.

Un quadro drammatico che deve essere affrontato puntando a progetti di risanamento condivisi e condivisibili! Solo il Sindaco di Milazzo ha avuto il barbaro coraggio di negare questi dati tanto evidenti quanto tristemente reali, perseverando sulla strada del “tutto è a posto…”.

La campagna che sta effettuando l’ARPA dovrà avere una durata di almeno 1 anno perché ci siano riscontri validi dal punto di vista scientifico e, purtroppo, è la tragica evidenza di come la verità su alcuni casi di tumori sia venuta a galla come frutto di disperati appelli dopo oltre 40 anni di presenza di industrie pesanti.

Hanno ragione i Condomini a volersi trincerare dietro il pudore della malattia ed a dire che la Via Risorgimento non è l’unica ad essere inquinata perché purtroppo tutti i Cittadini del Comprensorio subiscono gli inquinamenti da oltre 40 anni e si deve parlare di Idrocarburi e loro derivati, Benzene, Metalli pesanti, di Particolato, di Sregolatori endocrini.


Dr. Giuseppe Falliti

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...