In occasione di Telethon, edizione 2008, in collaborazione con la Banca Nazionale del Lavoro che annualmente svolge un'azione meritoria in termini di aggregazione e raccolta fondi per la ricerca, è stato proposto l'allestimento di uno spettacolo dal titolo "Gianfry il folletto" di Luigi Galdiero per le coreografie di Antonella Spalvieri e le musiche di Emanuele Puleio.

 

L'evento si terrà presso il Centro Commerciale Top 16 di Tarquinia, Sabato 13 dicembre, alle ore 17,00 nel corso di una serata interamente dedicata a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle malattie genetiche e per una raccolta fondi ad esse destinati.  

Il Musical scritto da Luigi Galdiero della compagnia teatrale Incantesimo Romano nel 2001, è gia stato portato in scena con grandissimo successo. Ad Aprilia 2500 bambini al Teatro "Europa" in tre repliche hanno festosamente salutato la commedia ed a Tolfa, dove sono state prorogate repliche al Museo Storico per permettere di farlo vedere a tutti i bambini delle scuole, ha addirittura bissato il successo. Poi è stata portato successivamente anche al teatro "Panigale" di Tavernelle (PG) dove per cinque pomeridiane e cinque serate ha registrato sempre il tutto esaurito.

 

L'opera è una dedica speciale ed affettuosa ai bambini (la dedica personale dell’autore è alla figlia Valentina), ma ha una morale fortissima che inevitabilmente coinvolge anche gli adulti.  Lo spettacolo non ha nulla a che vedere con altri recital similari che vengono messi in scena nel panorama teatrale italiano. Infatti i più grandi, convinti complimenti allo spettacolo sono stati espressi proprio dal corpo docente delle scuole che, nelle loro note di gradimento, hanno definito la piece "completa, formativa e didattica".

 

E' la storia della piccola Martina che vede improvvisamente cadere il mondo attorno a lei in quanto un bieco individuo unitamente ad un personaggio privo di scrupoli, in combutta, licenziano il suo papà. La stessa, in un disperato ed accorato appello, si rivolgerà ai "folletti" che vivono all'interno di un sito della Città di Tarquinia... Con il loro insperato aiuto riuscirà a capovolgere la situazione ed a far trionfare la giustizia. Finale a lieto fine, sofferto ma felice, tra molteplici cambi di situazione, personaggi strambi e caricature inverosimili… sullo sfondo una meravigliosa colonna sonora creata da Emanuele Puleio su coreografie di Antonella Spalvieri.

Ma perché proprio i folletti? ... I folletti sono come una speranza di vita migliore, i folletti come una metafora della vita, i folletti come la convinzione che per superare le difficoltà ci si debba ispirare a qualcosa ed a qualcuno… e per i più piccoli quel qualcosa e quel qualcuno sono proprio "i folletti"…

 

Nato nel 1990 per volontà di pazienti affetti da distrofia muscolare allo scopo di sostenere la ricerca scientifica su questa malattia, Telethon due anni dopo ha esteso il suo programma di ricerca a tutte le malattie genetiche. Si stima che in tutto il mondo nascano ogni anno otto milioni di bambini con un grave difetto di origine parzialmente o totalmente genetica. Far progredire la ricerca scientifica verso la cura di queste malattie trasformando ricerca eccellente in terapie disponibili ai pazienti è l’obiettivo attorno a cui Telethon ha strutturato tutte le sue attività mettendo a disposizione fondi adeguati e vincolandoli a criteri di scelta rigorosi e competitivi. Dal 1990, Telethon ha finanziato 2141 progetti in diversi ambiti della ricerca su circa 400 malattie genetiche, con un investimento diretto di 276 milioni di euro, la pubblicazione di 6200 articoli scientifici e soprattutto la cura definitiva di dodici bambini affetti da una gravissima immunodeficienza, prima incurabile.

Le attività di ricerca finanziate da Telethon comprendono la ricerca esterna, rivolta a ricercatori che operano in istituti pubblici e privati non profit in Italia (università, ospedali, Consiglio Nazionale delle Ricerche e Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), e la ricerca interna, svolta negli istituti Telethon.  L’eccellenza della ricerca finanziata, la trasparenza e l’efficienza nella gestione dei fondi e il sostegno degli italiani sono i valori che ispirano Telethon nel lavoro di ogni giorno e che ne fanno una fondazione di ricerca biomedica riconosciuta a livello internazionale.

 

 

Anche Tarquinia, con la sua consueta generosità, sarà capace di fare la sua parte.

 

 

 

GIO VEDI' 11/12/2008 ORE 21:00

Rappresentazione teatrale "ETRUSKIADE" (Autore Cesare Aloisi-Regia Francesca Biagiola) presso il Teatro Parrocchia Madonna dell'Olivo

 

VENERDI' 12/12/2008 ORE 20:30

Saggio di ritmica

(A.S.D. ARTERITMICA)

presso il Palazzetto dello Sport di Tarquinia

 

 

SABATO 13/12/2008 DALLE ORE 14.00

 

Esposizione canina ore 14:00 (gruppo cinofilo Tarquiniese)

nello  spazio antistante BNL S.P. A  ag. Tarquinia

 

Musical  “GIANFRY IL FOLLETTO" ore 17:00  (Autore e regista Luigi Galdiero)

Presso il Centro Commerciale TOP 16- Tarquinia

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...