“Semplificare l’attività della P.A. e tagliare gli oneri burocratici è una potente leva che il Governo può muovere per aiutare imprese e cittadini ad affrontare la crisi ed evitare che gli imprenditori debbano sprecare ogni anno 15 miliardi, pari ad 1 punto di Pil, per gestire i complessi rapporti con la Pubblica Amministrazione”.

Lo ha affermato la dirigenza di Confartigianato che è intervenuta ad un’Audizione  sulla semplificazione normativa ed amministrativa presso la Commissione Parlamentare per la semplificazione della legislazione.
Il Presidente Stefano Signori ha riconosciuto ed apprezzato l’impegno del Governo sul fronte della semplificazione, ma occorre far di più. Troppe le leggi, troppi gli adempimenti, troppi gli uffici pubblici. A sostenere il peso maggiore della burocrazia, pari a 11,3 miliardi l’anno, le microimprese. Un sistema a ‘burocrazia zero’ consentirebbe alle micro imprese di incrementare la produttività del 5,8% e di recuperare il 53,7% del gap di produttività che oggi scontano rispetto alla media di Francia, Germania, Spagna.
Inoltre, il Presidente Signori, ha fatto riferimento ad una proposta presentata dalla Commissione europea a novembre 2006 per ridurre del 25% gli oneri amministrativi per le imprese entro il 2012, con potenziale aumento dell'1,5% del PIL dell’Unione Europea. Per l’Italia questo obiettivo si tradurrebbe in un calo del costo per oneri amministrativi ad un ritmo del 4,6% all'anno, con minori costi per 3,7 miliardi in 6 anni.

Secondo un sondaggio ISPO/Confartigianato su un campione di 1.200 persone tra artigiani, piccoli imprenditori e cittadini emergono esigenze identiche di cittadini e imprenditori per quanto riguarda le azioni considerate più utili alla semplificazione burocratica: il 45% degli intervistati ritiene necessario ridurre il numero degli uffici pubblici cui bisogna rivolgersi per adempiere ad obblighi amministrativi. Altrettanto importante la necessità di semplificare le norme, così come gli adempimenti burocratici. Tra le proposte indicate per superare queste difficoltà, piace al 79% degli imprenditori la proposta dell’intervento di soggetti privati, come le associazioni di categoria, nella gestione di ‘pezzi’ della Pubblica Amministrazione. Un’ulteriore ipotesi per semplificare la vita delle PMI, quella di eliminare i controlli preventivi per le imprese, sostituendoli con rigorosi controlli ex post.

Sulla base delle risposte al sondaggio, il Presidente di Confartigianato imprese di Viterbo ha ribadito alcuni dei sei principi-chiave per semplificare i rapporti con la P.A, alcuni dei quali sono peraltro già in fase di recepimento: innanzitutto creare un punto unico di contatto, pubblico o privato, cui l’imprenditore può rivolgersi per gestire tutti gli adempimenti connessi all’attività d’impresa; eliminare i controlli ex ante sull’attività d’impresa, in modo che si possa avviare immediatamente l’attività; rafforzare i controlli ex-post sull’attività di impresa, cioè quelli successivi alla fase di autorizzazione, per verificare l’effettiva conformità dell’impresa alle norme sostanziali a tutela degli interessi pubblici;inoltre, creare omogeneità di trattamento in tutto il Paese, con livelli minimi di semplificazione da intendersi come standard di efficienza della PA, cui tutte le amministrazioni siano tenute a conformarsi.
“Il percorso per realizzare il riassetto normativo, di delegificazione e di semplificazione amministrativa – ha concluso il Presidente Signori - è stato finalmente tracciato”. “Ora –aggiunge infine Signori - tutti i soggetti istituzionali devono svolgere il loro ruolo per raggiungere rapidamente risultati concreti ed utili a conferire certezza ed uniformità sul territorio e a migliorare la competitività delle imprese”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...