Civitavecchia - Roma - La lotta alle tossicodipendenze è tutt’altro che vinta... e insieme con essa le emergenze “alcool” e “incidenti” –quest’ultimi nell’ultimo anno hanno toccato profondamente la città di Civitavecchia - rappresentano forti motivazioni a promuovere azioni di formazione, informazione e sensibilizzazione focalizzate principalmente sui giovani, ma anche su genitori ed educatori.

Il primo passo per realizzare il cambiamento è la consapevolezza della necessità di un cambiamento. Occorre che la città s’interroghi: il problema c’è? c’è un problema dei genitori a gestire i figli adolescenti? c’è disagio tra i giovani? i genitori si rendono conto del disagio dei figli? si può intervenire? come prevenire? dei tragici incidenti accaduti a Civitavecchia che in sei mesi hanno visto perdere la vita a sei adolescenti? cosa è rimasto e cosa pensano i giovani? e i genitori? Sono da considerarsi solo incidenti isolati e sfortunati? comportamenti a rischio?

Il grande rischio, dopo il dolore che ha travolto la città, è minimizzare l’evento ad episodio sfortunato e marginale e  rimuoverlo.  Proprio quanto è accaduto dimostra che certe cose non capitano ai “cattivi”, che i ragazzi si incontrano, fanno amicizia e s’innamorano senza confini, che dobbiamo considerare figli tutti, perché domani in qualche modo possono entrare a far parte della nostra vita. Nessuno è fuori, non ci sono affari loro: sono affari nostri. Parliamone.

Finalità
Questa manifestazione vuol essere un momento di aggregazione tra giovani e tra giovani ed adulti per abbracciare la cultura della responsabilità verso se stessi e gli altri e, nel contempo, per fare memoria di chi per l’errore anche solo di un momento ha sacrificato la sua giovane vita.
Lo spirito è: riflettere e generare, che poi altro non è che amare e condividere.
La chiave è: INSIEME attraverso iniziative che uniscano e aggreghino i giovani, come una delle terapie alla solitudine e a tutti che quei disequilibri che creano il terreno fertile per le dipendenze e ogni altra forma di disagio.
L’obiettivo principale è quello di accrescere la consapevolezza del problema di alcool e droghe e delle ripercussioni sulla salute di chi ne fa uso, sensibilizzando le famiglie e i giovani, in modo non proibizionista e suscitando interessi positivi offrendo alternative per il tempo libero che li allontanino da pericolose derive

Studi di settore dimostrano l’utilità di costruire percorsi volti al potenziamento di fattori protettivi individuali e di comunità attraverso la proposta di stili di vita e comportamenti socializzanti. Ciò ha permesso di sperimentare come sia efficace promuovere l'utilizzazione del tempo libero di soggetti a rischio, tramite l’inclusione in associazioni di volontariato, culturali e del divertimento con finalità riabilitative e di prevenzione. E’ fondamentale che i giovani siano compresi nelle loro difficoltà e nelle loro paure e siano accompagnati in percorsi che li riappassionino a qualcosa per trovare dei significati per i quali vale la pena di vivere.

Destinatari

Il gruppo target del progetto sono gli studenti minorenni di scuola secondaria superiore  che saranno avvicinati tramite le scuole e le associazioni sportive, ma sono coinvolti anche gli insegnanti e i genitori. Si prevede la partecipazione di oltre 1.000,00 giovani, tra tutte le iniziative.

Strategie d’azione

L'iniziativa nasce da un progetto ideato e promosso per affrontare i problemi giovanili (alcool, droga, incidenti, ecc) con i giovani stessi  in un contesto di solidarietà, di reciproco scambio di idee e di esperienze. Per stabilire un canale di comunicazione con i giovani sono stati realizzati un blog e contatti su MSN Messenger e Facebook, che oggi sono le vie da loro più frequentate.

Il  processo di realizzazione concertato tra i soggetti partner trae origine dalla scelta volontaria di esplicitare e condividere obiettivi, verificare la loro credibilità e desiderabilità, tradurli in una strategia integrata tramite linee d'azione concrete, tali da conseguire gli obiettivi assunti con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati secondo principi di cooperazione e integrazione.

Alcune delle caratteristiche di maggior rilievo sono:

- significativa presenza di Istituzioni pubbliche, religiose e private capaci di avviare in forma sinergica azioni tali da rafforzare l'impatto sul territorio di interesse;

- la rete di soggetti sostenitori presentano specifiche caratteristiche in grado di garantire una ricaduta del progetto particolarmente rilevante sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo;

- il taglio maggiormente operativo/sperimentale che consiste in "interventi di azioni positive" promossi attraverso le attività previste dal progetto;


- la presenza di partner che hanno differenti esperienze e che si faranno carico, secondo le proprie competenze e specificità, di organizzare singoli eventi, rende possibile la realizzazione di azioni così differenziate e un salto qualitativo nella efficacia, innovatività ed adeguatezza degli interventi.


L'azione, anche di informazione, per portare frutto non può concretizzarsi in un evento isolato. Occorre che si inserisca in un complesso di interventi articolati che riescano ad entrare in comunicazione con i giovani secondo le loro dinamiche e i loro interessi per attivare un percorso di crescita.

Bisogna trovare un linguaggio esperienziale comune tra formatore e destinatario dell'informazione.
Per questo si ritiene importante utilizzare la via di una serie di iniziative che siano in grado di assicurarsi la partecipazione dei giovani

Iniziative proposte

Non è facile, con i tempi che corrono, far riflettere. Tanto più è arduo il compito, quando da una parte ci sono i giovani e dall’altra questioni importanti come quelli in tema.


Crediamo fortemente che musica, arte, fotografia, letteratura, spettacolo e sport siano gli strumenti adatti per veicolare determinati messaggi e per far riflettere i giovani su tematiche importanti. Le azioni in programma, pertanto, attraverso la promozione di opportunità di aggregazione, caratterizzate da una forte impronta educativa e dalla collaborazione tra associazioni, istituzioni e privato sociale cercano di raggiungere i giovani nel loro vissuto con un’ampia gamma di attività che li coinvolgano attraverso i loro principali interessi.


Premio artistico-letterario con sezioni: poesia, narrativa, disegno, pittura, giornalismo fotografia, rivolta a tutti gli studenti delle scuole superiori locali


Convegni
Manifestazioni sportive
Proposta formativa e informativa sul volontariato nel territorio, con giornata di donazione del sangue
Concerto finale

E’ in incubatrice l’iniziativa Concorso rap - giovani band -  DJ e Sballare… senza rischi, discoteca senza fumo, alcool e droga.

Un percorso di promozione di comportamenti protettivi che prevengano i fattori di rischio alcool, droga, incidenti e volto a superare solitudine, noia, esclusione, depressione; incentrato sui gruppi affinché imparino a compiere scelte responsabili per realizzare i propri desideri, comprendendo come scelte responsabili di ogni giorno possono servire a costruire la vita che si desidera

Ogni iniziativa sarà seguita da uno dei partner che hanno già aderito o sono in fase di adesione.

- Uno Notizie Lazio - Civitavecchia -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...