Ogni anno sulle strade italiane vengono investiti 600 pedoni di cui il 30% perde la vita mentre attraversa la strada sulle strisce. Più di 20mila vengono feriti. E oltre la metà delle vittime ha più di 65 anni. Ecco in pochi numeri una tragedia collettiva fatta di microstorie che avrebbero potuto essere scritte diversamente, se soltanto chi guida rispettasse le regole.

Per richiamare l’attenzione sui diritti violati dei cosiddetti "utenti deboli della strada" parte oggi la campagna nazionale “Siamo tutti pedoni”. Tante le città coinvolte: da Venezia a Bari, da Bologna a Cosenza, da Genova a Palermo, e poi Roma, Monza, Napoli, Pisa, Trieste, Palermo, Barletta, Verona e tante altre.

Le azioni di sensibilizzazione si svolgeranno proprio a ridosso delle strisce pedonali dove agli automobilisti, in attesa del verde, verrà consegnato un libretto con vignette e messaggi di personaggi che inviteranno a guidare mettendo al primo posto la sicurezza (dei pedoni in primo luogo, ma non solo).

Nel libretto si sorride amaro con le vignette di Giannelli, Vauro, Giuliano, Staino, Pillinini, Rebori, Maramotti, Minoggio, Gomboli e Zaniboni. E così, tra l’immagine di Dante che attraversa “l’inferno” di una via trafficata e Cappuccetto Rosso che viene esortata a passare attraverso il bosco e non per la strada perché “al massimo incontra il lupo”, si riflette sulle difficoltà di chi per muoversi utilizza il più antico mezzo di trasporto: i piedi.

Oltre alle vignette, tanti volti noti di personaggi reali o immaginari la cui immagine è associata a messaggi di prudenza. Eva Kant spiega a Diabolik che fuori dalla macchina è “un pedone come gli altri”. Licia Colò ci ricorda che l’uomo è un “pedone per natura”. “Quando guidi ricorda che anche tu sei un pedone” recita invece Piero Angela. I comici bolognesi Malandrino e Veronica ricordano che “un pedone investito a 60 km/h non ha speranze di sopravvivere” da qui l’importanza del rispetto dei limiti di velocità. Massimo Gramellini esorta infine a portare “l’aria d’Europa sulle strade italiane”. E ricorda che “Nei paesi civili il pedone è sacro”.

Tra gli altri personaggi, coinvolti anche lo scrittore Carlo Lucarelli, il comico Vito, l’inviata di Striscia la notizia Cristina Gabetti, gli attori Lucio Allocca e Germano Bellavia che nella soap opera “Un posto al sole” vestono i panni dei vigili urbani Otello e Guido, Franco Taggi dell’Istituto Superiore di Sanità e il filosofo Duccio Demetrio. Tutti insieme elogiano l’arte del camminare, un’abitudine che fa bene alla salute delle persone e della terra perché, tra l’altro, il pedone non inquina e non spreca energia.

La campagna “Siamo tutti pedoni” durerà dal 15 aprile al 31 maggio. Si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è promossa da: Osservatorio per l’educazione stradale e la sicurezza della Regione Emilia-Romagna, Centro Antartide, Comuni di Bologna, Cesena, Ferrara, Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Province di Bologna e Ferrara. Tra i tanti altri promotori: Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uil Pensionati, Arci, Conad, Coop Adriatica, Associazioni Familiari e Vittime della Strada, Aci, Auser, Legambiente, Unione Italiana dei Ciechi, Aias, Anmic, Anpas, Asaps, Anmil.

Scarica il libretto "Siamo tutti pedoni"



- Uno notizie Bologna - Ultime notizie sociale e sicurezza stradale

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...